Zenga: “Moggi ha tolto fantasia dal calcio. Inter, sognavo di allenarla, ma…”

A XXL è andato in onda una particolare intervista a Zenga. Gli hanno consegnato dei bigliettini con delle parole e lui ha dovuto dire cosa gli ricordano. Ecco cosa ha detto l’ex portiere nerazzurro che di recente ha confessato di essere stato vicino alla panchina dell’Inter quando si stava parlando dell’esonero di Mazzarri:

UOMO RAGNO – “Sono io. Però a me vengono sempre in mente gli 883 quindi grande gruppo musicale, grande musica. Scusami eh, l’uomo Ragno è tanta roba”. 

PAZZA INTER – “L’Inter è da quando è nata che è pazza e così resterà per tutta la vita. Quella canzone è fantastica ed è veramente adatta per la squadra interista”. 

IL SOGNO – “Oddio, il mio sogno era, era quello di allenare l’Inter. E pensate una cosa, io ho smesso di giocare con l’Inter nel 1994, incontro ragazzi di venti anni che mi dicono ‘cavolo, Walter grande interista’. Meglio di così? Io il mio sogno l’ho realizzato, essere riconosciuto sempre come un protagonista“.

ALFONSO ZENGA – “Mio padre, pace all’anima sua, ha rappresentato tantissimo nella mia vita. Credo nei ricorsi e nel destino. Mio padre era portiere e giocava nella Pro Lissone. La mia prima partita ufficiale da allenatore con il Brera indovinate contro chi l’ho giocata? Contro la Pro Lissone. Non aggiungo altro perché è già troppo”. 

MARADONA – “Quando penso al calcio penso a lui. Sono condizionato dal fatto che non ho visto altro giocatore. Quando parlo di calcio parlo di lui”.

SACCHI – “Non ho preso mai gol in Nazionale con lui, anche questo per me è tanta roba anche se è vero che poi mi ha fatto fuori dalla Nazionale”. 

MOGGI – “Ha tolto a tanti la fantasia di pensare che il calcio possa giocarsi solo sul campo. Spero che sia una lezione per tutti: giochiamo a calcio e facciamolo in maniera pulita”. 

RAZZISMO – “Beh, brutta roba. Non solo quello verso le persone di colore, c’è anche quello che usiamo tutti i giorni. Dobbiamo essere più gentili, più grati, così il razzismo lo accartocciamo”. 

DA GRANDE – “Voglio fare il presentatore al posto di Taveri a XXL” (ride.ndr). 

FONTEfcinter1908.it