Zanetti: “Potevo andar via ma ho scelto di restare”

Il capitano nerazzurro è felice per la nuova idea del club di Moratti: “La tribuna con il mio nome è un onore ed orgoglio. Sarebbe un bel riconoscimento per quello che ho fatto”.

Nonostante la tegola del brutto infortunio subito al tendine d’Achille, Javier Zanetti non ne vuole sapere di abbattersi. Il capitano dell’Inter ha ammesso di aver reagito nel modo migliore al problema anche se la cosa non è stata così facile.

Anche se si tratta di un infortunio importante, l’ho presa bene sin dall’inizio, perché fa parte dello sport che pratico – riporta le sue parole ‘Marca’ -. Bisogna essere positivi nella vita. Inter? Da quando sono qui mi sento a casa, il rapporto con il presidente Massimo Moratti è straordinario. Ho ricevuto diverse offerte importanti durante la mia carriera, ma ho preferito restare per la mia famiglia e perché non potevo avere di meglio“.

Adesso, però, bisogna pensare al futuro: “Ho parlato con Mazzarri, che non conoscevo personalmente. Ha sempre fatto un ottimo lavoro e spero che continui a farlo all’Inter. Tribuna con mio nome? E’ un onore ed un orgoglio, un bel riconoscimento per quello che ho costruito”.

Le ultime considerazioni sono per la sua nazionale in cui vorrebbe ritornare a giocare: “L’Argentina è e sarà sempre parte della mia vita, ora però voglio recuperare nel miglior modo possibile. Spero di tornare, ma rispetto i ragazzi che ci sono ora e che stanno facendo bene“.

Fonte: goal.com