Zanetti: “L’Inter ha un progetto per crescere. Icardi deve solo guarire. Lavezzi? Farebbe comodo a tutti”

Intervenuto a margine della cena di Natale che celebra la Fundacion Pupi, il capitano dell’Inter, Javier Zanetti, ha parlato del futuro della sua fondazione, ma si è soffermato anche sui numerosi temi legati alla sua Inter:

Una serata importante come ogni anno…
“Una serata importante, come ogni anno, certo, è importante per noi, ringrazio tutti coloro che sostengono la mia fondazione”.

Qual è il prossimo obiettivo?
“Continuare a crescere, continuare con nuovi progetti, io credo che questi bambini hanno molto bisogno di noi e noi siamo qui per offrire loro un’alternativa valida”.

E invece per l’Inter?
“Io credo che per l’Inter siamo in un percorso di crescita, purtroppo le ultime partite non sono andate bene, ma siamo consapevoli di essere un gruppo che deve continuare a lavorare e, insieme al mister, lo faremo”.

Potrebbe aver influito il cambio societario?
“Io credo che il presidente sia stato ancora una volta un signore nel dire questo, ma credo che noi ci dobbiamo assumere le nostre responsabilità e esprimere sul campo tutti i valori che abbiamo”.

Ieri Icardi ha parlato di te come di un esempio…
“La cosa più importante che Mauro deve fare è recuperare dall’intervento che ha avuto e tornare in forma perchè il suo apporto è importante per noi”.

Milito e Icardi sono tornati in gruppo, quanto è importante riaverli a breve?
“Non soltanto solo loro due, anche Samuel sta tornando. Io credo che al momento ci aspettano partite importanti, e abbiamo bisogno dell’apporto di tutti”.

A gennaio serve un’altra punta?
“Lo deciderà la società insieme all’allenatore. Noi dobbiamo fare queste due partite che mancano”.

Sentito Lavezzi?
“Non ho sentito il Pocho, anche se è un grandissimo campione”.

Ti farebbe piacere?
“Farebbe piacere a qualunque squadra, ma i nostri dirigenti sapranno valutare che cosa sia meglio”.

Fonte: fcinternews.it