Zanetti in panchina, ma ciò che conta è l’Inter: “Dobbiamo tornare protagonisti”

E’ tornato, dopo ben sei mesi di stop per infortunio, a riprovare le sensazioni di chi è convocato per la partita, seppure sia rimasto solo in panchina, Javier Zanetti. Il capitano dell’Inter non è sceso in campo contro l’Udinese ma l’aver finalmente visto di nuovo la partita dalla panchina per il momento lo soddisfa. E non poco.

Il club nerazzurro, così, ritrova uno dei suoi pilastri, anche morali, in un momento decisivo per la storia del club col passaggio di proprietà. Tra l’altro l’arrivo di Thohir in nerazzurro è stato salutato favorevolmente dallo stesso Zanetti.

“E’ stata una grande emozione tornare e stare vicino ai compagni – ha detto Zanetti ai microfoni di Inter Channel – Contro l’Udinese era una partita difficile, molto combattuta, ma siamo riusciti a raggiungere un bel risultato. La panchina? E’ successo poche volte in passato. Ma il punto non è questo, perchè ci sarà prima o poi la possibilità di andare in campo”.

A livello personale, ciò che conta ora è tornare a ritrovare anche la forma-partita… “Ora voglio tornare e sentirmi bene – ha detto ancora Zanetti – Quando sarò disponibile cercherò di fare tutto il bene possibile per il bene dell’Inter. Ciò che conta è la squadra e dobbiamo continuare su questa strada, perchè i miei compagni stanno davvero facendo molto bene. Dobbiamo tornare a essere protagonisti”.

Fonte: goal.com