Zanetti: “Impressionato da M’baye”

Anche Javier Zanetti si è concesso ai microfoni di Inter Channel a Pinzolo. Fcinter1908.it ha raccolto le sue parole: “Era da parecchio tempo che non facevo un ritiro completo, con le Nazionali e le altre cose. Siamo tutti contenti per il ritiro e per come abbiamo lavorato. Abbiamo impegni importanti tra pochi giorni.

L’affetto dei tifosi? E’ la cosa più bella, il legame col tifoso interista è sempre stato così. Il loro amore sarà sempre nel mio cuore. Ricomincio con tanto entusiasmo, so che possono essere gli ultimi anni di carriera e me li godo. Mi godo anche gli allenamenti, la responsabilità come capitano di portare avanti questo gruppo. Sappiamo che è un’Inter molto giovane, tranne me (ride ndr) ma ci sono i presupposti per fare bene. C’è tanta qualità, è una cosa importante e la dobbiamo sfruttare.

Stramaccioni vuole sempre giocare la palla? E’ fondamentale, cercare di uscire palla al piede dalla difesa è importante ed è un’impronta che il mister vuole dare per tutto l’anno. Il mister ha le idee molto chiare, è molto sincero e credo che sia la cosa più importante, sappiamo che siamo insieme in questo cammino, tutti vogliamo il bene dell’Inter.

L’Europa League? E’ stato il primo trofeo vinto con l’Inter e ha avuto un grande significato, cercheremo di onorarlo fin dal 2 agosto. Giocare il giovedì? Sarà diverso, e dovrà essere bravo il mister a gestire le energie.

Chi mi ha impressionato di più? Dei nuovi direi Ibrahima Mbaye, ci mette l’anima, è molto intelligente, sa benissimo che ha una grande chance e la sta sfruttando. Palacio si sta muovendo molto bene, Silvestre si è fermato per un piccolo infortunio (erano i giorni del ritiro ndr) ma si stanno mettendo tutti a disposizione. La personalità di Handanovic si conosceva già e speriamo di fare insieme una grande stagione. Guarin? Per lui è molto importante fare il ritiro, è arrivato con un infortunio non semplice da gestire. Per noi Guarin sarà fondamentale, molto importante e deve fare un grande lavoro fisicamente.

Le 800 partite? Speriamo di farle subito ad agosto e poi continuare. Sto bene, ho tanta voglia di cercare con i miei compagni di centrare i successi che l’Inter merita.

Come si riparte? Con umiltà, dopo la stagione scorsa dobbiamo ripartire e siamo in grado di poterlo fare.

Cordoba? Soffre moltissimo a non giocare ma credo che sta facendo più di prima, non si ferma un attimo. Sono contento che sia rimasto vicino a noi perché l’Inter merita uomini come Ivan Cordoba. Noi cercheremo di riportare l’Inter in alto perché lo merita”.

Fonte: Fcinter1908.it