Zanetti elogia la nuova Inter: “Hanno capito cosa significa questa maglia, credo in Icardi”

Dal campo alla scrivania Javier Zanetti non è cambiato: stessa determinazione, stesso amore per l’Inter e ottimismo per una stagione che dovrà rilanciare il progetto nerazzurro.

Ne è consapevole il vicepresidente, che rispondendo ai tifosi nell’ambito di un evento promosso da ‘Unicredit’ ha elogiato gli ultimi acquisti: “E’ un gruppo nuovo perché sono arrivati tanti giocatori, e credo che abbiano capito cosa significa indossare la maglia dell’Inter! Speriamo di continuare così!”.

L’ex capitano, riguardo Icardi, ha poi evidenziato: “E’ molto giovane, credo che possa ancora crescere tantissimo, anche se già ha capito la storia dietro la nostra società. Mi auguro che possa avere un grande futuro!”.

Zanetti rappresenta un’icona del club, ma il ‘Triplete’ non può non restare il ricordo più bello dei suoi anni da calciatore: “Eravamo un gruppo molto forte, anche caratterialmente, e si respirava l’aria di vincere tutto quello che potevamo vincere… Quella finale la volevamo a tutti i costi!”.

Milito Zanetti e Cambiasso

Quando ha alzato al cielo la Champions nel 2010, all’argentino sono venuti in mente “tutti i miei anni all’Inter, è stata la gioia più grande da poter regalare ai miei tifosi. Mourinho? Ci siamo abbracciati in campo, l’ho ringraziato per i due anni passati insieme e per quello che siamo riusciti a fare. Anche lui si rendeva conto che abbiamo fatto una cosa incredibile”.

Ed eccoci al momento del ritiro, vissuto con grande serenità: “E’ stata una decisione non semplice, ma credo che dopo 23 anni di carriera è arrivato il momento! E’ una scelta giusta, e ora cerco sempre di rendermi utile per l’Inter. Continuo ad allenarmi e a giocare con Inter Forever”.

Quella nerazzurra, per ‘Pupi’, rappresenta una seconda pelle: “Indossare la fascia è un motivo d’orgoglio, l’ho tenuta sempre stretta perché è una bellissima responsabilità per tutto il popolo interista! Non avrei mai pensato di vestire solo questa maglia… neanche di fare la carriera che ho fatto! Era un’idea lontana, ma col passare degli anni ho capito che questa era casa mia. Ho avuto tante richieste ma ho sempre scelto col cuore”.

In carriera Zanetti ne ha affrontati tanti, ma eccola la rosa di fuoriclasse che la bandiera nerazzurra si sente di esaltare: “Ronaldo, Messi, Cristiano Ronaldo, Zidane, Roberto Baggio e Kakà, campioni che facevano cose incredibili”.