Zanetti: “Balotelli? Non l’avrei ripreso Via Fassone? Non l’ho allontanato io”

Vice-presidente con cambio in vista? Javier Zanetti non si scompone sul suo futuro. Intervenuto ai microfoni di Rtl, l’argentino ha comunque voluto fare alcune precisazioni importanti. Partendo proprio dal recente divorzio tra l’Inter e l’ex direttore generale Marco Fassone: “Non l’ho certo mandato via io, è stata una scelta societaria: ora pensiamo a fare il bene dell’Inter. Non c’è nessuna promozione in arrivo, sono già vicepresidente e sono contento di questa opportunità.

Sono a supporto alle diverse aree che compongono la nostra società, siamo un gruppo di manager che cercano di fare il meglio possibile per il futuro dell’Inter”. Un ruolo, quello dirigenziale, che lo impegna a tempo pieno e lenisce la nostalgia del campo: “Stando sei fuori si soffre molto di più perché almeno in campo potevi cercare di fare qualcosa. Dopo 23 anni di carriera era arrivato il momento di lasciare spazio agli altri: ora l’importante è che i ragazzi stiano facendo bene. Speriamo di arrivare fino in fondo”. In fondo continuando sulla falsariga di quest’ottimo inizio di campionato: “Il campionato è lungo, sappiamo che la strada è ancora lunga ma siamo contenti di quanto fatto finora. Dobbiamo guardare soltanto in casa nostra, cercare di migliorarci. Arriveranno i momento difficili e dovremo essere pronti a superarli. Comunque ci sono i presupposti per tornare ad essere protagonisti e farlo fino alla fine”. Infine una battuta su Balotelli: “Avrei ripreso Mario? Con il mercato che abbiamo fatto noi, siamo a posto”.