You’ll never walk alone

Ad un giorno dalla seconda vittoria consecutiva in campionato contro la sempre ostica Atalanta, che da più tranquillità e certezza al gruppo, queste sono le giornate della ripresa. Sapete quelle giornate in cui resettate, vi fermate un attimo a pensare, uscite (si spera) da un periodo nero, nerissimo e questo è quello della rinascita? Ve lo sentite, e volete ricominciare proprio da qui. E allora, quale momento migliore per ricominciare se non quello che segue una vittoria che risulta meritata e che lascia intravedere seri miglioramenti?  La mente del tifoso romantico e ottimista, perché è questo che sono, inizia a vagabondare per gli stadi italiani, europei, senza una logica, alla conquista, almeno nella mente di Italia e Europa.

Lo ammetto, più della vittoria di ieri, la cosa che più mi ispira ed entusiasma è l’avvicinarsi della serata di coppa. Sì, è così, a me manca l’Europa, mancano le notti insonni passate prima e dopo i grandi appuntamenti, manca l’adrenalina che solo una partita da dentro o fuori ti può dare, manca lo stadio pieno e acceso dei colori Nero e Azzurro. Data la incombente necessità di tornare in Champions, quale miglior percorso si può intraprendere se non quello di arrivare in Europa passando appunto dall’Europa? Il destino in questo senso non poteva essere più romantico ed originale di così; ci ha regalato una delle squadre, se non la squadra con più tradizione e fascino di questa edizione dell’Europa League, il Celtic Football Club.

Allora appuntamento al prossimo 19 febbraio al Celtic Park di Glasgow  dove, a detta dei più esperti tra cui Vidic, ci sarà un’atmosfera incandescente, da pelle d’oca, giusta per quelle “notti europee” che tanto mancano al popolo nerazzurro. Per noi questa sarà una sfida importante, un’occasione per prendere quella consapevolezza europea che potrebbe spingerci dritti alla finale di Varsavia.

Intanto, passando per il campionato, la squadra inizia ad avere un’anima sua e un ruolo su cui poggiare la basi della rinascita. I nuovo acquisti si sono ben integrati e con i gol e le giocate dei ribelli Guarin – Icardi , il sogno di conquistare l’Europa potrebbe avverarsi.

Ora, giocatori e tifosi tutti al seguito del Mancio, che con la sua esperienza può creare i presupposti di un futuro, si spera il più prossimo possibile, che un Club con questo blasone merita.

You’ll never walk alone, squadra e tifosi alla conquista dell’Europa! Possano i Celts perdonarci…