Wes vs Inter: che si plachino gli animi!

Wes or not? Tifoseria spaccata in due per il “caso dell’anno”. C’è chi si schiera da parte della società, chi dalla parte del giocatore e chi vuol restare neutrale.
Arrivare a capo di questa querelle è impresa ardua: la società dice che Sneijder non può giocare finché non prende una decisione definitiva, Sneijder dice che non ha motivi di firmare perchè non lo fanno giocare, e Strama dice che Wes è un elemento importante, ma le convocazioni spettano a lui…. Dunque? Solo un gran caos e poca chiarezza. Anzi una cosa è ben chiara, l’Inter deve risparmiare anche se questo significa sacrificare un giocatore come lui. Moratti vuole tenerselo ben stretto, ma lui non sembra voler accettare (contratto spalmato fino al 2016).
L’incontro di lunedì sembra non aver placato gli animi, anzi… l’ultimo tweet dell’olandese è impregnato di veleno: “A chi mi chiedeva se sono convocato, no non sono convocato!!!”
Bene… Punto numero 1. L’Inter ha vietato a TUTTI i suoi dipendenti di tweettare informazioni riguardanti la squadra, e Wes sembra aver recepito proprio in pieno gli ordini della società… 2. I tre punti esclamativi finali sembrano fare proprio a pugni con le sue ultime dichiarazioni in cui affermava di stare bene 3. Perché tutto ciò ?
Questa situazione non giova nè al giocatore nè all’Inter e neanche ai tifosi che sembrano stufarsi di tutto ciò.
Perché questa guerra? Perché il rifiuto o meno di un nuovo contratto deve essere preceduto da tutto ciò? Che si plachino gli animi e per prima quello del giocatore…