VOCE AL TIFOSO: Mazzarri all’Inter i pro e i contro!

Sembra ormai fatta per Walter Mazzarri all’inter e ne ho sentite tante sul perchè il tecnico ex-Napoli sarebbe l’ideale per una squadra che quest’anno ha concluso la stagione al nono posto con 16 sconfitte (record negativo) e conquistando i preliminari di coppa Italia che si svolgeranno il 17 agosto (chiariamoci non è un premio). Io invece vorrei analizzare quelli che sarebbero i contro di un eventuale ingaggio del tecnico toscano.

Tattiche 3-5-2

La difesa (Ranocchia, Jesus, Andreolli, Campagnaro,Chivu almeno questi sembrano i sicuri confermati) si adatterebbe molto bene al modulo di Mazzarri. Jesus e Ranocchia soffrono in velocità e hanno dimostrato che se coperti alle spalle come accade nella difesa a tre sanno cavarsela egregiamente. Poi Campagnaro è una sicurezza e chivu e andreolli sarebbero buoni rincalzi.

Sul centrocampo ho i più forti dubbi manca un uomo davanti la difesa che andrebbe comprato cambiasso è troppo vecchio per poter giocare tutte le partite e nonostante sia un giocatore molto intelligente manca ormai di dinamismo. Mancano gli esterni gli unici adattabili sarebbero nagatomo e pereira che d certo non hanno fatto una grande stagione e non costituiscono una certezza quindi sarebbero da comprare almeno due esterni uno per fascia (Schelotto ha deluso e Jonathan nonostante un buon finale di stagione ha mostrato più volte quelli che sono i suoi deficit tecnici difensivi e soprattutto fisici). Si è parlato di un’esplosione di kovacic con Mazzarri ma sinceramente non c’è mai stato nelle formazioni di mazzarri un giocatore che somigliasse neanche lontanamente al talento croato (Inler, Bherami, Gargano, Dzemaili). Lui sarebbe più adatto a un centrocampo a tre o meglio ancora in un 4-2-3-1 dietro le punte dove i suoi dribling e la sua velocità di pensiero e passaggio potrebbe davvero far molto male ( modulo preferito da Strama assieme al 4-3-3). Ho sentito anche di un Guarin alla Hamsik , ma forse abbiamo dimenticato che Guarin trequartista ha dato davvero scarsi risultati, è un giocatore che fa della forza fisica la sua qualità migliore con il tiro ma ha bisogno di spazi e a ridosso dell’area non può averli lì ci sono troppi uomini. E poi capitolo giovani quell’Alfred Duncan che ha fatto così bene a livorno non troverebbe spazio e bruceremmo l’ennesimo giovane promettente…E laxalt? L ‘unico modo per sfruttare kovacic sarebbe utilizzarlo alla Hamsik ma comunque soffrirrebbe la fisicità dei difensori e poi i tempi di inserimento ancora non ce li ha….

L’attacco dopo la difesa sarebbe quella parte della rosa che soffrirebbe di meno il nuovo stile di gioco. però con soli due attaccanti sarebbero relegati in panchina Icardi (perchè Mazzarri ha sempre preferito l’esperienza e utilizzerebbe il talento italo-argentino solo come vice milito, subentrante) , Alvarez dovrebbe essere piazzato sul mercato (cosa non affatto facile dato che è stato pagato 13 milioni e una minusvalenza troppo grande graverebbe ancora di più sulle casse della Beneamata che nell’ultimo semestrale ha già chiuso in rosso di ben 55 milioni) e anche Ruben Botta quando tornerà sarà relegato a semplice gregario senza la possibilità di mettersi in mostra.

 

Infine un’ultima considerazione ricordiamo che il 3-5-2 modulo che in Italia è garanzia di buoni anche ottimi risultati., basti vedere i rivali juventini, ma che in Europa non ha prospettive (ancora la juve ne è l’esempio che con giocatori migliori sulla carta comunque ha scelto di investire su giocatori che possano cambiare stile di gioco e modulo dei 29 volte campioni d’Italia). Detto ciò investire su Mazzarri non sarebbe una scelta lungimirante anche per quanto riguarda la scelta economica, si parla infatti di un contratto biennale-triennale da 3.5 milioni netti contro l’1 di Strama, soldi che forse potrebbero essere investiti sul mercato e sugli ingaggi dei giocatori. <<Un asino può lavorare molto ma non diventerà mai un cavallo di razza>> (cit.)

Luca Iorio