Vidic: “Difesa a tre, sarò pronto. Qui grazie a Deki, mai contatti col Milan. Hernandez top, io come Ivan Drago…”

Vidic“Devo ancora adattarmi alla difesa a tre, non è che non mi adatto, ma queste sono soltanto amichevoli, vediamo come va. Poi se stai bene fisicamente tutto ti viene più facile anche in campo”. Parla così Nemanja Vidic da Washington in un’intervista concessa ai microfoni di Massimiliano Nebuloni per Sky Sport. Diversi gli argomenti affrontati dal centrale serbo, che dopo essersi espresso sul nuovo ruolo torna sulla scelta di unirsi all’Inter.

STANKOVIC – “Deki è stato qui dieci anni, mi ha sempre parlato bene dell’Inter, di tutti quelli che lavorano qui, dei tifosi. Ha sempre detto cose molto positive sulla società, lui è una delle ragioni per cui ho scelto di venire all’Inter e piano piano sto scoprendo perché”.

MILAN – “Come ho detto in conferenza stampa, non ho mai avuto contatti con il Milan, quindi per me la questione è chiusa”.

HERNANDEZ – “Chicharito è un grande giocatore. Ho giocato con lui diversi anni, è stato molto importante per noi allo United, ha segnato tanti gol importanti specialmente quando l’allenatore era Alex Ferguson. È un grande professionista, credo che Ausilio sappia fare bene il suo lavoro e se questo vuol dire portare qui un grande campione allora sì, penso possa essere un buon acquisto per qualsiasi squadra”.

‘FORTE COME IVAN DRAGO’ – “Avevo questa fama anche in Inghilterra, ma non credo che il mio calcio sia fatto solo di presenza fisica. Se la gente però mi vede così non mi dispiace”.

Fonte: tuttomercatoweb.com