Vice-Mancini, Sylvinho tentenna: “L’Inter mi vuole, ma non c’è niente di certo”

Attilio Lombardo, David Platt, Fernando Orsi. Assistenti e vice allenatore che hanno accompagnato la carriera del Roberto Mancini allenatore negli ultimi anni. Nessuno di loro però lo seguirà nella nuova, fin qui disastrosa, avventura alla guida dell’Inter. La scelta del tecnico italiano è brasiliana, ovvero l’ex difensore Sylvinho.

Attualmente Syvinho è assistente al Corinthians e nelle ultime settimane le voci sul suo passaggio all’Inter si sono moltiplicate rapidamente: a differenza di quanto scritto, però, il 40enne brasiliano non ha ancora detto sì alla società nerazzurra, ancora dubbioso sul trasferimento alla corte del tecnico con cui ha lavorato nel suo ultimo anno da calciatore.

“C’è un interesse, ma ancora non c’è niente di certo. Non ho ancora preso alcuna decisione” confessa Sylvinho in esclusiva a noi di Goal. Nel 2009/2010 ha appeso gli scarpini al chiodo per diventare assistente prima al Cruzeiro, dunque al Recife e infine al Corinthians. L’idea di tornare in Europa lo stuzzica, ma non c’è nulla di scritto.

Da calciatore Sylvinho ha fatto il suo esordio in terra brasiliana con il Corinthians, per poi trasferirsi in Europa nel 1999, acquistato dall’Arsenal: dopo i Gunners tre grande annate con il Celta Vigo convinsero il Barcellona a puntare su di lui. Con i catalani vincerà tutto, prima di chiudere, come già accennato, al Manchester City di Mancini.

Un Mancini che ha descritto così Sylvinho prima della gara contro l’Udinese: “E’ un allenatore che può essere di grande aiuto per i ragazzi. Ha esperienza e parla molte lingue. Con una leadership importante tutti i giocatori miglioreranno tantissimo”.

FONTEgoal.com