Var giusta ma lenta a San Siro: a Icardi rigore fischiato dopo 5 minuti

Decisione giusta alla fine. Ma questa volta la Var ci ha fatto trattenere il fiato un po’ più a lungo del solito. Dal fischio per un fallo di Vicari su Joao Mario (assegnata la punizione dal limite) all’assegnazione del rigore all’Inter sono passati ben cinque minuti. Un tempo oggettivamente troppo lungo.

ANOMALIA — Così il gioco rischia di risentirne. I tempi con cui viene impiegata la tecnologia non sono ancora in armonia con quelli del gioco. Il fallo infatti arriva al minuto 21’41” del primo tempo. Il primo replay tv con evidenza del rigore è arrivato al 22’04”. La decisione del penalty per l’Inter è arrivata al 26’12”, trasformato a 26’45”. Con l’ulteriore anomalia dei soli 2 minuti di recupero concessi dall’arbitro alla fine del primo tempo.

VAR Inter-Spal

NUOVE POLEMICHE — Se un intervallo di tempo del genere arrivasse a fine partita, con una delle due squadre in forcing per vincere o pareggiare il match, l’effetto sarebbe ben diverso da quanto avvenuto durante Inter-Spal. Inevitabilmente una pausa di questa lunghezza andrebbe a vantaggio dell’avversario. E creerebbe altre polemiche, esattamente il contrario di quello che la Var dovrebbe garantire.