Uscite che potrebbero fruttare un tesoretto da 30 milioni

GuarinChi viene e chi va. Il mercato nerazzurro è fatto di entrate e, fino ad ora, di poche uscite. Solo qualche giovane piazzato in prestito. Non solo mercato in entrata in casa Inter: Erick Thohir, infatti, ha chiesto esplicitamente al ds Piero Ausilio di concentrarsi nella prima metà d’agosto sulle uscite. Uscite che, solo di cartellino, potrebbero fruttare all’Inter una somma vicina ai 30 milioni.

La rosa nerazzurra avrebbe una decina di giocatori in più rispetto a quelli che Mazzarri vorrebbe avere a disposizione per l’inizio della stagione. Alcuni probabilmente verranno lasciati partire anche quest’anno in prestito: Mbaye richiesto dal Cagliari, Laxalt che ha offerte in Italia dall’Empoli e in Germania e forse Botta richiesto e vicinissimo al Torino di Ventura.

Con i prestiti però non si riuscirà a fare cassa, si risparmierà un annualità di stipendi. Quindi altri andranno ceduti. I profili sono stati individuati da tempo e sono sei, ai quali va aggiunto Alvarez qualora arrivasse un’offerta congrua (10-12 milioni).

Per l’argentino le piste concrete sono in Germania con il Borussia Dortmund e il Wolfsburdg su di lui. Naturalmente si parla nuovamente di Guarin che aspetta di capire la situazione Vidal per avvicinarsi alla Juventus mentre i nerazzurri vorrebbero inserirlo nell’affare Javier Hernandez con il Manchester United o cederlo comunquie all’estero.
Altri in procinto di essere ceduti sono Taider, che forse verrà inserito nell’affare Osvaldo con il Southampton e Kuzmanovic che piace in Germania e al Siviglia che potrebbe accettarlo come parziale contropartita nella difficile e onerosa trattativa per Bacca.

Per finire con Schelotto, forse verso un ritorno al Parma, Silvestre in attesa di offerte e Campagnaro che piace alle due società di Genova e probabilmente entro agosto si accaserà in riva al Tirreno.

Fonte: europacalcio.it