Undici finali per l’accesso all’Europa Mazzarri e l’Inter ripartiranno da qui

Cinque risultati utili consecutivi e una classifica che torna a sorridere. Guai a guardarla, dice Walter Mazzarri nella conferenza stampa post Inter-Torino, perché dal prossimo weekend “sono undici finali. Alla fine dell’anno vedremo la nostra classifica, su quella costruiremo il nostro futuro”. Intanto il presente vede un’Inter lanciata verso il quarto posto, occupato da una Fiorentina in netto calo: 7 i punti rosicchiati ai viola nelle ultime quattro gare. A una sola lunghezza dalla squadra di Montella, i nerazzurri sembrano averci preso gusto. E la cavalcata prosegue.

Il segnale decisivo risale proprio alla sfida del Franchi: 2-1 nel campo più ostico, contro l’avversaria diretta per quello che una volta era l’ultimo gradino valido per qualificarsi alla Champions. Risposte che sono arrivate anche nello scorso weekend a Roma, mentre i viola hanno dovuto fare i conti con un altro ko casalingo contro la Lazio. Oggi lo stop all’ora di pranzo con la Juve, una chance di accorciare troppo ghiotta per l’Inter che nel giorno del suo 106esimo compleanno, sotto gli occhi del presidente Thohir, è riuscita a regalarsi la vittoria a San Siro di fronte a un Torino rimaneggiato. Sprazzi di vera Inter che può contare su un Profeta in più. Mazzarri punta su Hernanes, primo grande colpo messo a segno dal tycoon. Il brasiliano è in crescita, può essere l’arma decisiva nelle rimanenti sfide.

Undici finali da qui a maggio. La prossima si gioca sabato a Verona nella cornice del Bentegodi. Una gara contro una squadra che continua a sognare l’Europa, mentre la Fiorentina sarà impegnata in casa con il Chievo. Incrocio che sembra favorire i viola, ma questa Inter non è disposta a lasciare altri punti per strada. Già nel turno successivo sarà Napoli-Fiorentina, mentre i nerazzurri se la vedranno con l’Atalanta a San Siro. Le vere finali arriveranno però a fine aprile: il 19 la trasferta di Parma, contro una squadra reduce da quindici risultati utili consecutivi e vicinissima adesso a -1.

Il 27 è in programma invece lo scontro con gli azzurri di Benitez, che stasera grazie alla rete siglata nel finale da Callejon sono riusciti nel compito di superare la Roma. Tre punti pesantissimi che avvicinano i partenopei alla seconda piazza occupata dai giallorossi e che li proiettano a dieci lunghezze di distacco dalla Fiorentina e a +11 dall’Inter. I nerazzurri rimangono aggrappati all’Europa, mentre la Champions rimane lontanissima. Undici finali per costruire il futuro. L’imperativo di Thohir è l’accesso all’Europa League. Mazzarri e l’Inter sono pronti a ripartire.

Fonte: fcinternews.it