Un tesoretto in arrivo: 25 milioni per rifare la difesa, pronto il doppio colpo Dragovic più Vida dalla Dinamo Kiev

Un bottino da 25 milioni per rinforzare la difesa. È questo il piano dell’Inter rivelato oggi dalla Gazzetta dello Sport. La formazione nerazzurra, infatti, spera di incassare in estate circa 25,3 milioni di euro, soldi che verrebbero immediatamente reinvestiti per l’acquisto di due difensori, ormai da tempo nel mirino: Aleksandar Dragovic e Domagoj Vida, entrambi pilastri della Dinamo Kiev. Per portarsi a casa la coppia, il club avrebbe già offerto una cifra tra i 15 e i 18 milioni di euro.

Ma da dove arriverà il tesoretto? Lo spiega la rosea: “I soldi di cui sopra sono tutti accordi presi dal ds Ausilio in sede di cessioni estive. Così come l’Inter ha i ‘pagherò’ di alcuni giocatori (da Shaqiri a Dodò), così anche gli altri club hanno lo stesso impegno nei confronti dei nerazzurri. Il bottino più ingente riguarda Ricky Alvarez: l’estate scorsa è stato ceduto al Sunderland in prestito con riscatto obbligatorio a 11 milioni in caso di salvezza. Il tifo dell’Inter per i Black Cats è intenso: in questo momento il club inglese è ai limiti della zona rossa con 26 punti; dietro, nel cono-retrocessione, ecco il Burnley a 25, il Qpr a 22 e il Leicester a 19”.

Ma non c’è solo Alvarez come possibile fonte di ricavo estivo. In caso di promozione, il Bologna riscatterà Ibrahima Mbaye per circa 3 milioni, mentre Alvaro Pereira verrà riscattato dall’Estudiantes se raggiungerà il 20% degli impegni totali stagionali: l’uruguaiano frutterà 5 milioni. Sponda Verona, Ezequiel Schelotto: per lui sono necessari due step, la salvezza del Chievo e almeno 25 presenze (attualmente è a 20, ne deve fare altre 5 nelle ultime 10 gare). Infine c’è il capitolo Walter Mazzarri, ancora a libro paga. L’allenatore toscano in questo momento sta prendendo lezioni di inglese e si sta aggiornando in giro per l’Europa, pronto ad accettare anche un’offerta all’estero. La speranza è che trovi squadra, ma se non sarà così l’Inter gli proporrà comunque una risoluzione contrattuale, risparmiando dunque gli ultimi 3,3 milioni.

Da lì, poi, il tesoretto verrà investito sui calciatori citati sopra, da tempo nel mirino di Mancini. L’austriaco Dragovic è un centrale difensivo, Vida può giocare sia da laterale che da centrale, come fa in Nazionale. Se il tesoretto arriva, il doppio colpo è possibile. In attesa del cinese Zhang Linpeng del Guangzhou, nel mirino da ormai due mesi.

FONTEfcinternews.it