Un nuovo Fernando per l’Inter: è Lucas Martins, 22enne dello Shakhtar

Fernando Lucas Martins
Fernando Lucas Martins

“Le partite si vincono a centrocampo”. Quante volte abbiamo sentito questa frase che spesso trova puntuale riscontro nella realtà. Ecco perchè l’Inter sta stringendo i tempi per regalare a Walter Mazzarri almeno due colpi in mediana visto l’addio a Cambiasso e le possibili cessioni dei vari Guarin, Kuzmanovic e Alvarez.

Serve un esperto e un giovane. Il primo è già stato trovato anche se la trattativa sarà lunga onde evitare di buttare al vento milioni preziosi. Valon Berhami, pallino di Mazzarri potrebbe essere il primo innesto (magari non in termini temporali). Accantonato il sogno Luiz Gustavo, WM ha stilato e consegnato al dt Ausilio una corposa lista di nomi: Mario Suarez, M’Vila, Xhaka. Ma il nome nuovo di oggi, che esce dalle pagine della ‘Gazzetta dello Sport’ è quello di Fernando Lucas Martins, 22enne brasiliano centrocampista centrale dello Shakhtar Donetsk.

Arrivato lo scorso anno per 11 milioni dopo 4 stagioni al Gremio, Fernando non ha trovato molto spazio e complice la difficile situazione politico-sociale che si vive in questi mesi in Ucraina, come molti dei suoi connazionali, sta pensando di lasciare il paese. Lucescu avrebbe già ricevuto alcune telefonate a riguardo e la questione potrebbe risolversi con un sostenibile prestito con diritto di riscatto.

Anche per questo, (oltre al fatto che Fernando è gestito dall’agente di Coutinho e Kovacic) il brasiliano sembra aver preso quota rispetto ai suoi concorrenti, gente che non vale meno di 10-15 milioni sull’unghia. Cifra simile anche per avere Sandro del Tottenham, anch’egli voglioso di cambiare aria. Ma gli inglesi, continuano a fare muro contro muro. Serviranno almeno 13-14 milioni.

Col Tottenham discorsi aperti anche per Lamela e Soldado (che secondo il ‘Corriere dello Sport’ sarebbe stato proprio offerto all’Inter) ma entrambi sono ad oggi irraggiungibili per i club lombardo. Pagati entrambi oltre 30 milioni la scorsa estate non sono obiettivi fattibili per le casse nerazzurre. Monetizzare, e bene, uno fra Alvarez e Guarin dopo il Mondiale, aprirebbe qualche speranza, anche perché il neo tecnico Pochettino potrebbe apprezzare.

Fonte: goal.com