Un calciomercato da 60 milioni: contatti Inter-Vida, piace Fekir

Senza Champions League, senza risultati immediati, ma con 60 milioni in più. Quelli garantiti da Erick Thohir, che ha deciso di iniettare denaro fresco nelle casse dell’Inter, rinvigorendo le speranze di un calciomercato che nella sessione estiva possa vedere protagonisti anche i nerazzurri.

Come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’, il presidente ha sborsato di tasca propria un finanziamento superiore al dovuto e al previsto. Soldi che all’Inter serviranno per le spese ordinarie e per le spese straordinarie. Circa 23 di questi 60 milioni potranno essere dirottati all’Udinese: questa è la cifra chiesta per cedere in blocco Allan e Widmer, pezzi pregiati della rosa bianconera.

Ma non è finita qui, perché lo sguardo dell’Inter si allarga in più direzioni. Con una missione iniziale ben chiara: rinforzare la difesa. Si può partire da Aleksandar Dragovic e Domagoj Vida, coppia centrale della Dinamo Kiev, con il croato che ieri ha espresso la propria soddisfazione per essere accostato al club nerazzurro: “Certo che mi piacerebbe giocarci, moltissimo”.

Il contatto con i due centrali c’è già stato, la disponibilità di entrambi a trasferirsi a Milano c’è. Ma bisogna convincere anche la terza parte, la Dinamo Kiev, che i suoi gioielli potrà anche venderli ma che lo fa sempre a un prezzo non esattamente di saldo. Una ventina di milioni totali, stavolta, potrebbero bastare all’Inter.

Il nome nuovo, semmai, è un altro: quello di Nabil Fekir, 21enne talentissimo mancino del Lione, che ha origini algerine ma che in questi giorni ha esordito con la nazionale francese: a seguire le amichevoli contro Brasile e Danimarca c’erano anche gli emissari nerazzurri. Ma il giocatore, sorpresa della squadra in lotta per il titolo di Ligue 1, piace già ad altre big europee.

Per l’attacco, poi, i nomi sono i soliti: da André Ayew, per il quale nei prossimi giorni ci sarà un incontro tra la dirigenza e il padre, Abedi Pelé, e poi André-Pierre Gignac, che pare però diretto verso la Dinamo Mosca. Occhio semmai alla suggestione Pato, che per tornare a Milano, ma per vestire la maglia nerazzurra, non si porrebbe troppi problemi.

FONTEgoal.com