Ultima chance: due colpi in canna ma tre punti necessari

Sono addirittura sei i primavera convocati da Andrea Stramaccioni in vista di una sfida contro la Lazio che per l’Inter rappresenta uno degli ultimi barlumi di speranza per poter aspirare a partecipare anche nella prossima stagione alle competizioni europee. Certo il trend delle ultime settimane ha minato in maniera probabilmente irrimediabile quanto di buono costruito nella prima fase della stagione, ma l’onta di rappresentare per la gestione Moratti la squadra in grado di raccogliere il peggiore risultato sul campo di sempre, peggio anche dell’ottavo posto del ’99, è probabilmente uno stimolo sufficiente a dare tutto per evitare la sesta sconfitta nelle ultime sette partite disputate. Stramaccioni ha mostrato fiducia in conferenza, nonostante il morale della truppa sia inevitabilmente ben lontano dall’essere positivo. Il recupero di Cassano, per esempio, non può prescindere da un test in famiglia programmato per la prossima settimana e che servirà a saggiare la commistione di sollecitazioni che in una partita sono decisamente differenti rispetto a quanto invece accade in una seduta di allenamento.
Rientro rimandato, dunque, senza tralasciare con occhio particolarmente attento gli sviluppi che il mercato inizia ad offrire. MARCA ha confermato che Alexis Sanchez è agli sgoccioli della sua esperienza blaugrana, reinfiammando la ridda di voci che già da tempo lo voleva vicino ad un rientro in Italia. Alla stessa maniera il terzino del Velez Gino Peruzzi è conteso dai petroldollari dello sceicco del Manchester City, e nonostante i buoni uffici di Zanetti, questo argomento potrebbe anche risultare decisivo nella scelta dell’italo argentino su quello che sarà il suo futuro.
Anche per questo, per quanto vituperata nel corso di questa stagione, la qualificazione alla prossima Europa League potrebbe fornire a livello di appeal quel quid necessario per aprire una trattativa concreta.

Fonte: tuttomercatoweb.com