Il Comitato etico e disciplinare della UEFA si è riunito martedì scorso per discutere relativamente alla squalifica da infliggere a Nicolò Barella a seguito dell’espulsione rimediata nel match contro il Real Madrid per un fallo di reazione su Eder Militao. L’ufficialità della decisione è attesa nel fine settimana, anche se, secondo la Gazzetta dello Sport, da Nyon hanno deciso di optare per il pugno duro: dovrebbero essere infatti due le giornate di squalifica per il centrocampista dell’Inter, che sarebbe in tal modo costretto a saltare entrambi i match degli ottavi di finale contro il Liverpool.

Tutto dipende, secondo la Rosea, dal comitato di controllo, etico e disciplinare dell’Uefa che non aveva deliberato al tempo – non essendoci impegni immediati – e che si è riunito soltanto martedì scorso. Molto passa da quanto riportato nel referto dall’arbitro Felix Brych.L’Inter, che non aveva preso bene il gesto di Barella, lascia filtrare che non presenterà ricorso. A Inzaghi non resta dunque che sperare che da Nyon non decidano di usare davvero la mano pesante.

FONTEfcinternews.it