Batosta dall’Udinese: così non va!

L’anno scorso l’Inter lo inaugurò  con un poker contro il Parma, quest’anno invece subendo un tris dall’Udinese.

In questi 365 giorni sono mutati talmente tanti aspetti al punto da rendere più clamorosa questa sconfitta che quella vittoria.
Forse con questo match l’armata di Stramaccioni ha toccato il punto più basso della stagione, o almeno me lo auguro!
Perdere in modo così netto, rende la sconfitta così cocente al punto che nemmeno il pranzo domenicale riesce a farmi scrollare la rabbia di dosso.
Va bene la mancanza di molti titolari, va bene anche una “cattiva” gestione dei cartellini da parte di Giannoccaro, ma mi sembra che l’Inter abbia un po’ preso sottogamba questo incontro. Magari dire che é stata superficiale è esagerato e non penso che Strama permetta tanto facilmente un comportamento simile, ma sta di fatto che questa è stata una mia impressione, sperando che rimanga tale.
Due gol subiti in contropiede è davvero troppo, troppi errori in difesa, troppi passaggi sbagliati e soprattutto quanto spreco in attacco!
Palacio spreca un’ occasione d’oro solo contro il portiere, ma sceglie forse la via più comoda: quella del rigore, che, essendo davvero dubbio, non viene concesso. Purtroppo non è nè la prima, nè l’ultima palla gol buttata letteralmente al vento. Inutile dire che l’errore più clamoroso è stato quello del nuovo Maic…ehm di Jonathan, che a questo punto con grande sincerità non vedo l’ora che venga ceduto, ma anche svenduto per quattro soldi, perché penso che siamo arrivati davvero al limite!
Poi altri svariati errori a centrocampo, soprattutto da parte di Gargano, hanno reso vita facile a Di Natale e compagni…
Volevo aprire anche una piccola parentesi su Cassano: arrabbiarsi per una punizione non battuta mi sembra davvero eccessivo… Ci sono ben altre cose per cui arrabbiarsi, come la sconfitta di oggi… e noi interisti lo sappiamo bene!
Spero che questa sconfitta aiuti Strama a trasmettere la giusta grinta per andare avanti in questo Campionato e lottare per posizioni che ci competono.
Arrabbiata ma sempre innamorata, per cui rialziamoci presto e Vamos Inter!