Tremate, tremate l’Inter è tornata!

Solo chi cade può risorgere. Chi ha saputo fare la storia, come l’Inter del Triplete ha sentito ancora può forte il boato delle sconfitte negli ultimi anni ed è il motivo per cui la rinascita si è fatta attendere. Ma pare che il momento del sereno dopo la tempesta sia finalmente giunto e si intravede un arcobaleno che sa di rinascita. Una squadra nuova, si è partiti con l’allenatore, poi con il Presidente, poi la cacciata di Branca uomo simbolo dei problemi dirigenziali dell’ultimo periodo (o capro espiatorio se più preferite). Ed ora la squadra viaggia, non a vele spiegate, ma prende piede. La mediana nerazzurra fa scintille, come si è visto domenica contro il Torino: Hernanes, Guarin e Kovacic hanno fatto sognare anche per i numeri del gioco in tema di dribbling e passaggi andati a buon fine! Cambiasso si è confermato come l’ultimo eroe del Triplete che probabilmente rimarrà a fine anno e non solo per la sua età, ma per le caratteristiche che lo rendono imprescindibile nel suo ruolo. Palacio è nella top 11 dei sudamericani d’Europa e non c’è nemmeno da domandarsi il perché. “Il coraggio sarà d’ora in poi la migliore arma di difesa” diceva una famosa frase; mi piace invece di più concentrarmi sul coraggio della difesa nerazzurra che ha dimostrato di essere un reparto di ferro, con un Ranocchia che è tornato a dimostrare il suo talento, con Rolando(la “scoperta” che non stupisce più perché è diventato certezza) e Campagnaro che sanno il fatto loro. Ora l’Europa è più vicina e anche la Fiorentina che è ad un solo punto di distanza in classifica. Ed il fattore che più fa sperare è che la pianificazione è rivolta ai prossimi tre anni e non solo al 2015! Perciò si guarda con un sorriso alla prossima partita anche se, ahinoi, sarà tosta contro un Verona partito alla grande, ma che ha appena subito una pesante sconfitta contro il Parma. Per Mandorlini sarà una sfida in più contro la “sua” ex Inter. Una Beneamata che per i suoi 106 anni ha fatto gioire i tifosi ma che deve dimostrare ulteriori certezze ed in questa direzione i ritocchi in campagna acquisti rimarranno fondamentali…

Stefania Cattaneo