Tra Calleri e Lavezzi spunta un nome nuovo nel calciomercato dell’Inter: occhi su…

Considerato l’attuale primo posto in classifica, per molti l’Inter potrebbe andare bene già così com’è, senza alcun ritocco in vista della sessione invernale del calciomercato: non invece per il tecnico Roberto Mancini, che vuole a tutti i costi un altro esterno d’attacco per credere sempre più in un sogno chiamato Scudetto.

Come riportato dal ‘Corriere dello Sport’, i nerazzurri seguono in quel ruolo il francese Paul-Georges Ntep, in forza al Rennes dove ha saputo conquistarsi anche un posto nella Nazionale di Deschamps. Abile sia nella fase difensiva che offensiva, è esploso lo scorso anno con prestazioni da urlo che aveva fatto schizzare la sua valutazione a oltre dieci milioni di euro.

Nella stagione in corso invece sta trovando diverse difficoltà a livello fisico, che non gli hanno comunque impedito di mettere a referto due reti e tre assist in sole sei apparizioni di campionato. Ora però può partire anche per meno, e per questo può rappresentare un’occasione a basso costo per i nerazzurri.

Sul taccuino di Ausilio c’è poi ovviamente anche Ezequiel Lavezzi: l’argentino preferirebbe dire addio già a gennaio, il PSG però spinge per una sua permanenza fino a giugno proprio per avere altre forze fresche soprattutto in Champions League.

L’ex Napoli è seguitissimo anche dalla Juventus e, a frenare maggiormente sul suo conto, è l’elevato ingaggio che percepisce attualmente a Parigi: 4.5 milioni di euro, forse un po’ troppi.

E’ noto poi che a Mancini piaccia molto Jonathan Calleri del Boca Juniors e vi abbiamo raccontato come l’intesa sia vicina: secondo alcuni indiscrezioni provenienti dall’Argentina, il fondo inglese Stellar sarebbe in procinto di versare 12 milioni di euro agli ‘xeneizes’, mentre il giocatore finirebbe in prestito al Bologna. Poi entrerebbe in gioco l’Inter a giugno, anche se da Milano fanno sapere come non sia stato raggiunto ancora nessun accordo.

Occhio naturalmente anche a Pjaca della Dinamo Zagabria che costa però 15 milioni, oltre alle potenziali opportunità a zero come Ben Arfa e Feghouli. Intanto è sempre più noto il malcontento di Montoya, espresso per parole dell’agente ai microfoni di ‘El Pais’: “Non so perchè non giochi mai nonostante si alleni sempre al massimo: Mancini non gli ha dato fiducia”.