Torres-Inter: si lavora per il prestito secco

Fernando Torres
Fernando Torres

Meno di una settimana fa Fernando Torres era stato chiaro con i tanti spasimanti in giro per l’Europa: “Io dal Chelsea non mi muovo”. L’Inter però non ha perso la speranza di arrivare a El Niño proprio in questo senso va visto il viaggio di Thohir a Londra dove ha assistito anche al quarto di finale contro il PSG. Con la dirigenza dei Blues il tycoon indonesiano ha certamente approfondito anche il discorso per Obi Mikel (il preferito di Mazzarri per il centrocampo) ma anche per il centravanti iberico che potrebbe arrivare alla corte del club nerazzurro in prestito secco grazie all’intercessione di José Mourinho, uno che l’Inter ce l’ha sempre nel cuore, e che potrebbe fare un favore alla sua ex squadra soprattutto se a Stamford Bridge tra qualche mese arriverà Diego Costa dall’Atletico Madrid.

DZEKO PISTA COMPLICATA – Se Torres è il nome del momento il prediletto resta Edin Dzeko che però non ne vule sapere di lasciare l’Inghilterra e la Premier League e che piace al Tottenham, che cerca una punta per rimpiazzare Emmanuel Adebayor altro attaccante in partenza ma che si porta in dote un ingaggio pesantissimo, che lo rendono impraticabile per le nostre latitudini. Ed Alvaro Morata? Il giovane attaccante del Real è un pallino di Thohir ma una eventuale trattativa è praticabile solamente in caso di una possibile cessione di un attaccante, come Mauro Icardi che piace molto all’Atletico Madrid che lo prenderebbe per sostituire Diego Costa.

NILTON “L’INTER SAREBBE UN SOGNO” – Nel frattempo dalle colonne del Corriere dello Sport il 27enne centrocampista centrale del Cruzeiro Nilton ammette l’interesse dell’Inter: “Tutti conoscono l’Inter, una delle più grandi squadre italiane ed europee. Lì ha giocato anche Ronaldo, il Fenomeno, un fuoriclasse che è stato un idolo per tutti i brasiliani. L’Inter è un grande club e tanti miei connazionali si sono tolti soddisfazioni a Milan, ma è successo anche a quelli che sono stati a Roma. Dell’Italia parlo spesso con Julio Baptista che mi ha detto che Roma è molto bella ma gli è piaciuta anche Milano. Se mi chiamasse Roma o Inter cosa farei? Sono un giocatore del Cruzeiro. Il mio obiettivo ora è vincere ancora qui in Brasile e poi ripetermi in Europa dove si gioca un calcio di un altro livello”.

Fonte: it.eurosport.yahoo.com