I tormenti di Mazzarri: rigori negati e media punti da retrocessione

Il momento è di quelli neri, l’Inter di Walter Mazzarri annaspa e non riesce più a ritrovarsi in mezzo a proteste arbitrali e media punti da incubo. Non solo gli episodi, i numeri dicono che i nerazzurri stanno dando vita ad una marcia da ‘zona retrocessione’.

Se le polemiche per qualche ‘svista’ che avrebbe potuto regalare qualcosa in più alla classifica (l’Inter ne conta almeno 5-6 con due terzi dei 7-8 punti lasciati per strada ‘figli’ di rigori non dati), ‘Tuttosport’ pone l’accento su statistiche che la dicono lunga sul periodaccio del ‘corso’ Mazzarri.

Nelle ultime 10 giornate l’Inter ha totalizzato solo 8 punti (vittoria nel derby, 5 pareggi con Bologna, Sampdoria, Parma, Chievo e Catania e tre ko contro Napoli, Lazio e Geno). I nerazzurri non vincono in trasferta dal 3 novembre (fu 0-3 a Udine) e viaggiano ad una media da B: peggio, infatti, hanno fatto solo Sassuolo (7 punti), Catania (5) e Livorno (4).

Intanto c’è da preparare il ‘derby d’Italia’ con la Juventus, sfida temuta da Samir Handanovic premiato ieri agli ‘Oscar del Calcio’ come miglior portiere del 2012/2013: “Sono forti e allora noi dovremo prepararci molto bene”, ha avvertito l’estremo difensore sloveno dell’Inter.

Mentre Javier Zanetti preferisce non guardare troppo in là e si concentra sul presente: “Mi piacerebbe tantissimo finire questa stagione, vedere come sto e poi confrontarmi con la nuova società per decidere il mio futuro e vedere che cosa i dirigenti hanno in mente anche loro. Vorrei restare nella famiglia Inter”, queste le sue parole al Premio ‘Gianni Brera’.

Fonte: goal.com