Torino – Inter: ultime dai campi

Dopo la delusione della sconfitta interna contro la Roma, l’Inter di Stramaccioni torna in campo contro un’altra neopromossa (già sconfitto il Pescara 0-3 al debutto) per cercare di ripartire nel migliore dei modi dopo la sosta per le nazionali e non perdere il treno delle prime della classifica. Dall’altra parte però il Torino di Ventura ha già dimostrato di poter far paura, colmando il punto di penalizzazione col pareggio di Siena e poi strapazzando a sua volta il Pescara qui all’Olimpico.

L’euforia dell’esordio per l’Inter è già svanita nel primo match interno, nonostante sia arrivato anche il primo gol in nerazzurro di Cassano. Anche i precedenti però raccontano come l’Inter sia favorita per questa partita: nel computo totale i nerazzurri hanno vinto 25 volte contro le 23 del Torino (20 i pareggi), ma l’Inter ha colto i tre punti in tutte le ultime otto sfide disputate in Piemonte. L’ultimo successo granata risale al 1994, mentre il segno X non esce in schedina dal 1991.

QUI TORINO – Out Birsa e Di Cesare, in dubbio Ogbonna, che si è allenato a parte. Ma per il resto l’organico del Torino scoppia di salute e Ventura ha molte alternative per il match con l’Inter. In attacco, ballottaggi addirittura in cinque, Cerci-Sansone-Meggiorini-Sgrigna-Stevanovic, per due maglie: Bianchi e Santana dovrebbero essere sicuri del posto. L’ex viola è a posto dopo il timore di una distorsione al ginocchio per una caduta in allenamento. In difesa tutto dipende da Ogbonna: se non ce la fa (ma è assai improbabile), tocca a Rodriguez sostituirlo, visto che Caceres non è ancora nella forma fisica giusta. Lieve dubbio anche per Brighi, per una botta allo sterno, ma non sembra destare preoccupazione.

QUI INTER – In casa Inter è in dubbio la presenza di Palacio per la trasferta a Torino. Dopo aver saltato martedì a causa di un affaticamento muscolare la seconda partita di qualificazione ai Mondiali dell’Argentina, l’attaccante è tornato ad Appiano dove ha sostenuto una serie di controlli dall’esito confortante ma non si è allenato per precauzione. In caso di suo forfait, sarà Cassano ad affiancare Milito, con Sneijder alle loro spalle. Rientrati tutti i nazionali, Stramaccioni ha due allenamenti per fare le sue scelte. Potrebbe tornare fra i convocati Alvarez, mentre sono ancora indisponibili Chivu, Stankovic, Obi, Mariga e Mudingayi.

LE CIFRE – Nelle ultime 8 gare casalinghe disputate contro l’Inter, il Torino ha sempre perduto. L’ultima volta che ha fatto punti è stato il 27 febbraio 1994, successo granata per 2-0 con reti di Poggi al 45′ e Cois al 56′. L’ultimo gol incassato dal Torino in gare di campionato, quindi sommando la fase finale della serie B 2011/12 ed il debutto nella serie A 2012/13, risale al 12 maggio scorso quando, nel torneo cadetto, i granata vennero sconfitti per 0-2 proprio a Pescara. L’ultima squadra a far punti all’Olimpico è stato il Verona: vittoria per 4-1 lo scorso 12 marzo. Giampiero Ventura sfida l’Inter, da tecnico, per la nona volta in gare ufficiali e fino a questo momento non è mai riuscito ad ottenere la vittoria: 3 pareggi e 5 sconfitte il bilancio a suo sfavore. L’Inter non subisce gol fuori casa da 270′, ossia dal 90′ di Lazio-Inter 3-1 del 13 maggio scorso in campionato, centro di Mauri.

PROBABILI FORMAZIONI

Torino (4-2-4): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Stevanovic, Bianchi, Sgrigna, Vives
A disp.: L. Gomis, Rodriguez, D’Ambrosio, Di Cesare, Basha, Gorobsov, Cerci, Verdi, Santana, Meggiorini, Sansone, Diop.
All.: Ventura
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Suciu, Birsa

Inter (4-3-2-1): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Samuel, Pereira; Guarin, Gargano, Cambiasso; Cassano, Sneijder; Milito
A disp.: Castellazzi, Belec, Mbaye, Nagatomo, Jonathan, Juan Jesus, Bianchetti, Silvestre, Duncan, Cassano, Palacio, Coutinho.
All.: Stramaccioni
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Chivu, Stankovic, Alvarez, Obi, Mariga, Mudingayi

Fonte: milanotoday.it