Top & Flop di Parma-Inter (1-0)

Il miglior aggettivo per definire la prestazione dei nerazzurri, ieri sera al Tardini contro il Parma, è: “imbarazzante”.

L’Inter ha fallito nell’obiettivo di portare a casa la terza vittoria consecutiva, e lo ha fatto nel peggiore dei modi, perdendo contro un Parma in piena crisi, che torna a vincere dopo ben sei ko.

Top
Kovacic: nella squadra scesa in campo ieri, non è riuscito a brillare come al suo solito, ma di sicuro tra gli undici titolari è stato il meno peggio. L’unica occasione della gara, è stato proprio il palo da lui colpito.

Hernanes: con la sua entrata in campo al 50′ del secondo tempo, il gioco della squadra migliora, ed è uno dei pochi che prova a reagire.

Kuzmanovic: assieme a Kovacic ed Hernanes è uno tra i “migliori”, si sacrifica sulla fascia, in qualche occasione prova anche il tiro, ma cosa più importante, in un’Inter in preda alla totale rassegnazione, prova a cambiare le carte in tavola, mostrando un minimo di reazione e di carattere.

Flop
Icardi: una partita anonima la sua, è spaesato, confuso, commette errori che solitamente non sono da lui, ed effettua un solo tiro in porta in 90 minuti.

Palacio: continua ad essere irriconoscibile rispetto al giocatore della scorsa stagione, riflette un po’ la situazione della squadra, è  completamente smarrito.

Handanovic: avrebbe potuto fare di più su entrambe le reti subite, nel secondo gol si lascia addirittura scivolare la palla in mezzo alle gambe, serata da dimenticare.

Mazzarri: fallisce la prova del tre, la sua Inter, delle ultime sei partite di campionato, ne ha vinte solo due, troppo poco per una squadra che punta al terzo posto. Sbaglia l’approccio alla gara, e non riesce a risollevare la situazione dopo il gol subito nei primissimi minuti del primo tempo, e con le sostituzioni inoltre peggiora la situazione, mandando la squadra in tilt.

Su questa Inter, indubbiamente pesano gli infortuni, ma questi, poco contano in una squadra senza grinta nè anima. Ora ci attende il match contro il Saint Etienne, bisogna ripartire concentrati e motivati, bisogna rialzarsi subito, perché  l’unico risultato ammissibile, sarà la vittoria.