Top & Flop di Palermo-Inter (1-1)

Osvaldo
Osvaldo

Benvenuti ad una nuova puntata di “Mistero”; il mistero oggi, è capire come con l’Inter che fa 3 gol a Palermo, la partita sia finita 1-1. Non che il Palermo abbia rubato qualcosa, sia chiaro, ha dominato per larghi tratti la partita ed è sembrato più organizzato e compatto di quanto non sia stata l’Inter; ma quasi sempre, le partite le vince chi mette più palle in rete, stavolta non è stato così.

Top
Kovacic – ancora una volta il migliore. Segna, e possiamo dirlo non è più una novità. La marcatura di Bolzoni ne limita un po’ l’azione, ma Mateo sul primo dribbling è imprendibile. Nel finale cala, ma forse sarebbe stato comunque meglio tenerlo in campo fino alla fine.

Guarin – doveva partire, e probabilmente non ha ancora disfatto le valige; ma per fortuna indossa ancora la maglia nerazzurra, visto che è uno dei pochi che con le accelerazioni palla piede è capace di dare strappi a centrocampo. Buona partita, nulla di eccezionale, ma ci prova sempre, ed è certamente il giocatore più incisivo in zona tiro.

Vazquez – sradica con rabbia il pallone dai piedi di Vidic e buca un gigante come Handanovic. Ragazzino di belle speranze, bissa il gol contro il Verona e rischia in più occasioni la doppietta. Copre due posizioni con determinazione e ottime giocate, è il migliore in campo in assoluto.

Flop
Vidic – gioca una buona partita, dove c’è lui non si passa, e sono suoi tutti i palloni alti, sia in difesa che quando sale sui calci piazzati. Segna anche una rete, giustamente annullata per fuorigioco di Osvaldo, ma l’errore su Vazquez è troppo grave, e pesa come un macigno sull’economia della partita.

Osvaldo/Icardi – uno rischia di segnare all’ultimo secondo, l’altro segna e si vede annullare un gol regolarissimo, ma sono entrambi praticamente assenti per tutti i 90 minuti. Scollati dal centrocampo, non tornano a cercare il pallone e nelle poche occasioni in cui partecipano all’azione peccano di imprecisione.

Valeri – sembrava strano, ma l’Inter non aveva fino ad ora conti in sospeso con questo arbitro, o almeno nulla di eclatante. Da oggi Valeri di Roma, sarà ricordato come quello che dopo aver giustamente annullato un gol a Vidic – perché Osvaldo in fuorigioco partecipa all’azione – annulla, inspiegabilmente, un gol a Icardi. All’Inter mancano altri 2 punti.

Alla terza giornata, l’Inter da trasferta non pare solida come quella che gioca tra le mura amiche. Mazzarri parte con due punte, e fa avanzare Kovacic quando si accorge che la squadra soffre. Nel finale prova la terza punta sbilanciando la squadra e rischiando di capitolare. Il Palermo si porta a casa un punto più che meritato, nonostante gli errori arbitrali che alla terza giornata – udite, udite – sono già due, gravissimi; non si vincono i campionati con i “se fosse stato” ma questi due errori potevano valere quattro punti, qu l’impressione che quest’anno terremo il conto.