Top & Flop di Inter–Udinese (0-0)

Inter-Udinese
Inter-Udinese 0-0

Era l’8 maggio 2013, l’ultima volta che l’Inter ha avuto il piacere di vedere un suo calciatore sul dischetto, da allora sono trascorse 32 gare, contro l’Udinese ancora Hertaux con il braccio larghissimo su un cross di Palacio; adesso la situazione è diventata ridicola. Come ridicolo è stato il primo tempo della partita contro l’Udinese. L’Inter spreca un’altra occasione per accorciare sul quarto posto anche grazie alla serata di grazia di Scuffet.

TOP
Ranocchia – l’uomo da svendere a tutti i costi si è ripreso il posto che gli spetta. Non sbaglia un intervento. Nella ripresa prova a far ripartire la squadra con qualche cross dalla destra.

Cambiasso – è l’uomo di equilibrio in un centrocampo che l’equilibrio non sa dove sta di casa. Scuffet gli nega la gioa del gol.

Hernanes – desaparecido nel primo tempo. Nella ripresa si carica l’Inter sulle spalle, si abbassa, fa il regista e l’Inter comincia a giocare. Va due volte vicino al gol.

FLOP
Guarin – festeggia il rinnovo con la peggiore partita degli ultimi tempi. Non aiuta la manovra, sbaglia anche gli appoggi più semplici, non azzecca nemmeno una giocata e non centra mai la porta.

Palacio – meno lucido del solito, ingabbiato dalla difesa e poco cercato dai compagni. Ha solo due occasioni e le spreca.

Mazzarri – non impara dai suoi errori e regala per l’ennesima volta un tempo agli avversari. Nella ripresa prova a cambiare qualcosa, ma la manovra è sempre lenta. Ostinato come nessuno sull’utilizzo della difesa a tre. Decisamente inadeguato.

Continua il mal di gol a San Siro. L’Inter si sveglia tardi, l’Udinese è compatta e Scuffet appare insuperabile. Sentiti ringraziamenti da Firenze.