Top & Flop di Inter-Bologna (2-1)

Il Bologna non perdeva da 5 partite. Il Bologna dallo 0-1 dell’andata ha fatto lo stesso numero di punti dell’Inter, battuto il Milan, e fermato Fiorentina, Lazio, Roma e Juve. L’Inter ieri ha vinto, rompendo l’inviolabilità della rete rossoblu durata 400 e passa minuti. L’Inter perde subito Icardi che nel tentativo di replicare il gol segnato al Palermo cade sulla sua stessa gamba – probabile distorsione al ginocchio con risentimento al collaterale – ma paradossalmente l’Inter senza il suo centravanti sembra avere più velocità e profondità. Finisce 2-1 con sofferenza finale quando Roberto Ma(ncio)zzarri rispolvera una difesa a 3 che dai tempi di Gasperini non ha mai portato a niente di buono.

Top
D’Ambrosio –
fingiamo per un momento che Danilo sia entrato al 70′, è stato certamente l’uomo partita; un gol, un assist, e un paio di occasioni per il Bologna salvate sulla linea. Purtroppo però Danilo ha giocato anche gli altri 70 minuti, durante i quali ha collezionato una infinita varietà di imprecazioni, qualunque allenatore assennato l’avrebbe tolto, per fortuna noi abbiamo Mancini.

Kondogbia – facciamo finta anche qui che Geoffrey non abbia lanciato Rizzo sulla fascia in occasione del gol di Brienza; il francese conferma la crescita di partita in partita: porta palla senza paura e rischia passaggi pericolosi. Se state pensando “eh, ma con quello che lo abbiamo pagato” pensate a chi ha speso 30 milioni per Bertolacci.

Perisic – è in una forma strepitosa! Sulla fascia sinistra è devastante, a destra un po’ meno. Procura entrambi i calci d’angolo dai quali nascono le reti neroazzurre è una la segna personalmente.

Flop
Ljajic –
non gioca male, ma a tratti scompare. Fa poco collegamento con il centrocampo e a parte nell’occasione del palo, non è mai pericoloso. Viene sostituito ed esce visibilmente contrariato, ma appena mette le terga in panchina l’Inter va in vantaggio.

Eder – nessuno ha giocato malissimo, ma lui non segna da troppo tempo. Speriamo che a Roma si sblocchi e che a Pasqua non metta su altri chili. A digiuno solo di gol.

Donsah – fa tenerezza quando chiede il fuorigioco di Perisic sul gol dell’1-0, mente era proprio lui a tenerlo in gioco. Pinocchio.

All’Inter non piacciono le cose facili. Trema nel finale dopo una partita controllata in scioltezza, e va a giocare contro la Roma, terza e in forma smagliante, senza Icardi infortunato e Palacio squalificato. Partita la petizione per sostituire pazza inter con “Thriller” di Michael Jackson.