Top & Flop di Inter-Roma (2-1)

L’Inter torna a vincere in casa, dopo oltre due mesi, e lo fa contro una Roma che sebbene in crisi di risultati, è ancora la seconda forza del campionato. Un’altra prestazione convincente per i nerazzurri che confermano il livello della vittoria di Verona e l’ottima partita nel derby. I tre punti permettono all’Inter di scavalcare il Milan, riaccendendo una seppur flebile speranza di raggiungere l’Europa; e fanno un favore alla Juve.

Top
Hernanes – finalmente il suo acquisto sembra aver trovato un senso. Le gambe reggono ma soprattutto ci sta con la testa. Sempre nel vivo del gioco è lui che accende i fari, e trova una rete fantastica quando con una magia si libera e spara un sinistro nell’angolino.

Vidic – lo dico? Il miglior difensore centrale dell’organico nerazzurro. Non poteva essere quello di inizio stagione, ed eccolo: potente, preciso, pulito. Un colosso che fa il suo e mette una pezza anche dove i compagni mancano. Resta con noi Nemanja.

Mancini – le scelte lo premiano: Hernanes invece di Shaqiri, la conferma di Gnoukouri, e la squadra super offensiva del finale; una vittoria di prestigio con una prestazione più che convincente che porta scritto sopra il suo nome a caratteri cubitali. Lui sa già come sarà la nuova Inter, ha ancora qualche partita per farlo capire anche a noi.

Flop
Ranocchia – pochi errori che però hanno rischiato di essere determinanti: nel primo tempo si trova in mezzo e legge male il disimpegno sul palo di Ibarbo, poi serve a Keita il pallone che propizierà il pareggio della Roma. Si prende un’ammonizione per un fallo su Ibarbo in una situazione innocua; salterà la sfida con l’Udinese.

Brozovic – le partite brillanti dell’esordio sembrano un lontano ricordo. È impreciso, porta troppo palla, e fa poco filtro. Quando gioca in nazionale arriva spesso al tiro, con l’Inter non arriva mai lucido a fine partita.

Totti – la Roma non ha fiato, e il capitano è manifesto di questa situazione non si vede mai, e quando viene sostituito i giallorossi alzano il ritmo e fanno le cose migliori. Che sia il momento di appendere le scarpe al chiodo?

Naturalmente un posto nei flop è sempre riservato a Podolski; ma l’assist per Icardi oggi può bastare per far dimenticare due ripartenze malamente sciupate. Martedì l’Inter incontra il suo passato: l’Udinese di Strama e Stankovic; con Ranocchia e Juan Jesus squalificati, il Mancio dovrà ridisegnare la difesa. Chi la spunterà?