La strategia di Thohir: stop agli ingaggi pesanti e caccia ai giovani top player

La giornata di ieri non ha visto sostanziali novità sul fronte Thohir. Massimo Moratti è rimasto ermetico, ma la trattativa va avanti. La Gazzetta dello Sport, in edicola oggi, si spinge addirittura oltre; in attesa di capire con quante quote il magnate indonesiano entrerà nell’Inter, si ha ben chiaro il progetto che avrebbe in testa.

La prime mosse di Thohir, sarebbero quelle di ringiovanire la squadra, come del resto sta già facendo Moratti, e partire alla ricerca di giovani talenti che con ingaggio limitato diano apporti importanti sotto il profilo tecnico. Ben vengano dunque i vari, Mateo Kovacic (19 anni) Ishak Belfodil (21 anni) e Mauro Icardi (20). Il piano verrebbe poi completato dalla riduzione del monte ingaggi e valorizzazione del settore giovanile che in 10 anni ha raccolto 13 vittorie e 24 finali. Poi è chiaro che riguardo quest’ultimo punto debba essere fatta una valutazione dagli uomini di calcio che conoscono i potenziali giocatori da Inter e quelli che forse da Inter non lo saranno mai. Ed è in quest’ottica che i vari Bardi, Longo, Duncan e Mbaye sono considerati incedibili, perché il club nerazzurro vede in loro prospetti che potranno riempire le rispettive caselle di ruoli nei prossimi anni del rilancio nerazzurro.

Fonte: Fcinter1908.it