Thohir tace ma parla Moratti: “Rigori? Situazione comica”

Massimo Moratti“Una situazione comica, gli arbitri hanno paura di fischiare un rigore all’Inter”. Mentre Erick Thohir resta in silenzio a parlare è Massimo Moratti, presidente onorario del club nerazzurro. Dichiarazione arrivata all’indomani del deludente 0-0 contro l’Udinese, caratterizzato da occasioni mancate, dai miracoli di Scuffet e da un altro rigore non concesso, quello per il tocco col braccio di Heurtaux sul cross di Palacio non sanzionato da Gervasoni.

Non penso ci sia accanimento – ha continuato Moratti – penso solo che a questo punto ci sia il timore per chi dirige l’incontro di essere il primo a fischiare un rigore all’Inter dopo così tanto tempo. Il mercato? I nomi che si fanno mi stuzzicano così come stuzzicano tutti i tifosi nerazzurri. Mazzarri? E’ un buon allenatore”. Questo, insomma, il pensiero dell’ex numero uno interista, probabilmente in linea con quello di Thohir che però non ha voluto rilasciare commenti. Non lo ha fatto dopo la partita e si è ripetuto stamattina, quando è uscito dall’hotel per affrontare una giornata importante: verrà infatti presentato alle banche d’affari il piano per abbattere nei prossimi 2-3 anni buona parte del debito attuale e ottenere il finanziamento. Dall’esito del vertice con le banche dipenderà l’apertura del credito che nei prossimi mesi consentirà di trasferire le garanzie facenti ancora capo a Massimo Moratti. 

Fonte: Sport Mediaset