Thohir, il Presidente con i piedi per terra

Erick Thohir
Erick Thohir

La pazienza non è una dote che appartiene a tutti, lo dimostrano le reazioni a caldo di alcuni tifosi interisti che non hanno preso propriamente bene le parole del Presidente Erick Thohir, inerenti agli obiettivi futuri.

D’altro canto, che la tifoseria  abbia un’opinione unanime è una cosa impossibile da pensare, basterebbe però solo un po’ di raziocinio in più per non vedere il marcio ovunque, anche lì dove non c’è.

A Tribune News il Presidente, parlando degli obiettivi futuri, ha affermato che quello della prossima stagione è raggiungere l’Europa League, restarci per almeno uno o due anni, e che per andare in Champions League  va creata una squadra che sia in grado di andarci.

Parole a mio avviso  ponderate, non volte a suscitare un entusiasmo popolare generale, ma che ci fanno restare con i piedi ben saldi per terra.

Sarebbe sin troppo facile ottenere consensi preannunciando vittorie imminenti, ma un entusiasmo basato su fantasie sarebbe soltanto utopistico ed illusorio.

Thohir fino ad ora ha sempre dimostrato con i fatti il proprio interesse nel riportare in alto l’Inter, e il proprio agire non con le parole, ma con i fatti, basti pensare a ciò che ha fatto da Gennaio in poi.

Per ottenere risultati nel calcio come in qualsiasi altro campo, servono sacrifici, lavoro, pazienza e fiducia, dunque prima di dare giudizi affrettati o di emanare sentenze a neanche un mese dalla fine del Campionato, magari concediamogli il beneficio del dubbio.