Thohir presenta il business plan per i prossimi 5 anni

Thohir
Erick Thohir

Thohir avanza con le propri idee. Niente più Inter patriarcale sempre pronta a ‘succhiare’ dalla vene ingrossate di Massimo Moratti. Ora con l’avvento del Tycoon, la società dovrà diventare autonoma, camminare sulle proprie gambe. Questo il succo dell’assemblea dei soci di ieri dove è stato esposto il business plan dei prossimi 5 anni.

Tutto o quasi ruota sulla creazione di una seconda società (che per ora si chiama MediaCo) gemella dell’Fc Internazionale Milano, in cui affluiranno solo introiti sicuri, come i diritti tv, le principali sponsorship di Nike e Pirelli e gli attivi derivanti da Infront.

In questo modo, ogni anno, l’Inter, che attuerà anche una massiccia strtegia per abbassare i costi di gestione, avrà circa 150 milioni che varranno come vera e propria garanzia per le banche. E guai a sforare, perchè di Thohir non ha nessuna intenzione di rimetterci di tasca propria. Anzi, con l’obiettivo del pareggio di bilancio a 2-3 anni, si riuscirebbero, come sottolinea la ‘Gazzetta dello Sport’ ad attirare nuovi investitori per addirittura una cifra vicina ai 230 milioni di euro a qui al 2019.

L’obiettivo principe, assieme all’azzeramento di tutti i vari debiti, è la crescita di fatturato dai 170 milioni annui attuale a 260 circa, per attestarsi nel novero dei primi quindici club europei che incassano di più. Infine, una volta sbloccate le garanzie ancora collegate ai Moratti, i vari debiti dell’Inter (che ora sono divisi su nove istituti bancari) verrano, assorbiti solo da Goldman Sachs, famosa banca d’affari internazionale. Insomma, compiuti i 18 anni con Moratti, tagliato il cordone ombelicale, ora l’Inter di Thohir è pronta per la maggiore età.

Fonte: goal.com