Thohir non si nasconde: “Col Verona un punto non basta, poi testa a Milan e Roma. I fischi…”

Erick Thohir
Erick Thohir

Erick Thohir manda messaggi al mondo Inter e a Walter Mazzarri. L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport riporta alcune dichiarazioni rilasciate a Nyon dal presidente nerazzurri, torchiato da tre tifosi che da Saint Etienne hanno deciso di seguirlo anche nella sede dell’Uefa: “Un messaggio ai tifosi affinché non fischino la squadra e l’allenatore domenica a San Siro? No no, io non devo mandare messaggi a nessuno. E’ la squadra in campo a dover mandare un bel messaggio ai tifosi, e spero lo farà”.

Da lì si passa a commentare la prova offerta dalla squadra in Europa League, che ha strappato un altro pareggio avvicinandosi ulteriormente al traguardo dei sedicesimi: “Come ho visto la squadra a Saint Etienne? Volevamo i tre punti che ci avrebbero dato la certezza della qualificazione e del primo posto, ma è stata una buona partita – ha assicurato -. Nel primo tempo abbiamo giocato bene; nel secondo i ragazzi erano stanchi, mancavano giocatori, 7 infortunati, quindi serve un punto alla prossima per raggiungere i sedicesimi, un traguardo che vogliamo e importante”.

Archiviata la parentesi europea, l’Inter e Walter Mazzarri devono rituffarsi immediatamente nel campionato. E stavolta il pari non sarà considerato un risultato sufficiente: “Se Mazzarri ha dato le risposte che mi aspettavo dalla gara di Saint Etienne? Adesso pensiamo al Verona – riprende Thohir -, dobbiamo concentrarci solo su quella partita, e dobbiamo fare punti”. Al plurale: ergo, il pareggio è vietato, osserva la rosea. “Sono convinto che domenica la squadra si comporterà bene – riprende -, ma resta il fatto che nelle prossime 3 partite mi aspetto di fare punti. So la differenza fra il farne uno o i tre che dà la vittoria, ma vorrei proprio che nei prossimi match la squadra portasse punti (lo sottolinea, ndr). Lo dico perché le vere sfide saranno quelle contro il Milan e la Roma che potranno darci una spinta importante per la classifica”.

Il tycoon ne approfitta anche per elogiare i tanti giovani visti in campo al Guichard, su tutti Federico Bonazzoli: “Fatemi dire una cosa: in una gara difficile come quella di Saint Etienne si è visto qualcosa di importante, e penso a Bonazzoli. Ha giocato davvero bene, lui è un messaggio che lanciamo alla nostra Academy (il settore giovanile, ndr): se ci si impegna, se si vuole arrivare, all’Inter la chance c’è. Noi su Bonazzoli vogliamo investire, per farlo crescere e perché in lui crediamo”.

Fonte: fcinternews.it