sabato, Maggio 28, 2022
Home Notizie e Calciomercato Thohir non mette pressione a Mancini: “Gli darò il tempo che serve”

Thohir non mette pressione a Mancini: “Gli darò il tempo che serve”

Domani tornerà a Milano, ma intanto Erick Thohir deve spiegare anche in patria perché ha deciso, abbastanza a sorpresa, di cacciare Walter Mazzarri e richiamare Roberto Mancini a distanza di 6 anni. Lo fa al quotidiano indonesiano ‘Topskor’, che propone un’intervista al proprietario dell’Inter.

“La decisione l’abbiamo presa in 2-3 giorni – dice – Mazzarri è uno dei migliori allenatori che ci sono in Italia e la situazione dell’Inter non è certo colpa solo sua, ma abbiamo avuto vari problemi anche di infortunati. E tutto questo non ci ha reso le cose semplici”.

Dopo Mazzarri, Mancini. “Ho già parlato con lui, è molto ambizioso. All’Inter ha già vinto 7 titoli in 4 anni e conosce bene l’ambiente. Ha lo stesso entusiasmo di 10 anni fa, se non ce l’avesse non avrebbe firmato un triennale. Obiettivi? Giocare le Coppe il prossimo anno e vincere l’Europa League. A Mancini darò tutto il tempo che serve per costruire la squadra”.

Nel weekend c’è il derby col Milan: non è un rischio cambiare allenatore alla vigilia di una stracittadina? “Un rischio calcolato, abbiamo deciso di prendere Mancini durante la sosta” continua Thohir, che chiama a raccolta il tifo interista: “Andate allo stadio per sostenere la squadra, non per fischiare i giocatori e l’allenatore”.

Secondo Fassone, due tecnici a libro paga implicano un impegno minore sul mercato. Ma Thohir non chiude la possibilità di uno o due acquisti già a gennaio. “Tutto può essere, ne parleremo anche con Mancini. Ma dobbiamo fare attenzione anche alla situazione economica del club”.

Con l’arrivo di Mancini, insomma, all’Inter è tornato l’entusiasmo. Anche se, volendo, il matrimonio potrà durare meno del previsto: secondo ‘Repubblica’, nel contratto del tecnico è inserita una clausola che può liberarlo già a fine anno in caso di sua insoddisfazione, per risultati, rapporto con la dirigenza o scarse operazioni in entrata. Occhio.

FONTEGOAL.COM