Thohir: “Nainggolan? Sarebbe un onore. Obiettivo Champions”

Da Giacarta, Erick Thohir, nuovo presidente dell’Inter, ha descritto anche l’accordo, siglato nei giorni scorsi grazie al suo collaboratore Jason Levien, tra la formazione nerazzurra e la franchigia americana del DC United, di proprietà del tycoon indonesiano: “Sarà una collaborazione con la quale ci scambieremo idee sulle migliori pratiche da attuare nella gestione dei club. Ma non solo, ci sarà anche un confronto continuo sulle attività di formazione e miglioramento per giocatori e allenatori. Mi piacerebbe vedere all’Inter il sistema di industria sportiva che c’è negli Usa e nel soccer, anche perché l’Inter si recherà spesso negli States, anche per giocare un’amichevole”.

Thohir apre anche all’opportunità di scambi tra giocatori: “Credo possa accadere, perché al momento la nostra visione per il DC United è quella di favorire i giocatori nativi statunitensi, specie quelli giovani: nella nostra squadra ne abbiamo 50”.

Il presidente ha parlato anche di mercato, in particolare dell’obiettivo Radja Nainggolan. Ecco le parole del tycoon: “Sono indonesiano come Radja, averlo all’Inter sarebbe un onore”. Il neo proprietario dei nerazzurri però frena sul suo arrivo: “Possibile che arrivi? Sarà una decisione collettiva, poi ci sono già 5 giocatori a centrocampo in rosa. Dobbiamo valutare la necessità di aggiungerne un altro. La cosa più importante – ha chiosato – è tornare in Champions League”. Thohir ha infine spiegato a microfoni spenti che le decisioni di mercato verranno prese in accordo con il vice presidente Angelomario, il ds Piero Ausilio, Walter Mazzarri e anche col direttore marketing.

Fonte: fcinternews.it