Thohir: “Fiducia a Mazzarri e spero nella sosta”

ThohirCrisi apertissima in casa Inter dopo la seconda pesante sconfitta consecutiva in campionato (con parentesi vincente in Europa League contro il modesto Qarabag) e sette gol subiti tra il Cagliari e Firenze. Mazzarri ha poca voglia di parlare (“C’è solo da lavorare”), Thohir parla dall’Indonesia. Martedì a Londra vedrà Fassone e Bolingbroke: chiederà risposte immediate, a partire dal Napoli dopo la sosta. La pazienza sta per finire.

PARLA IL PRESIDENTE
Le parole del presidente, da Giacarta. “La sconfitta col Cagliari ci può avere scosso un po’, ma sono sicuro che c’è volontà di miglioramento, nella formazione o nella gestione delle rotazioni. Il tecnico sta lavorando con grande impegno, darà il massimo per l’Inter e noi continueremo a dargli una chance. Spero che la sosta sia utile per valutare bene la situazione. Anche i giocatori devono fare una riflessione e preparare al meglio il prossimo impegno””.

il dt Ausilio ha commentato la prova del Franchi a nome della società. E non sono ovviamente carezze: “Dopo il ko col Cagliari non mi aspettavo di assistere a una prestazione così, ci fa pensare. Siamo solo alla sesta giornata ma di sicuro questa non è l’Inter. Ci vuole una presa di coscienza collettiva e bisogna lavorare per venire fuori da questa situazione”.
La fiducia nell’allenatore resta comunque intatta: “Abbiamo un grande tecnico, che ha esperienza e ne è sempre uscito alla grande”. Al termine del match del Franchi Ausilio ha parlato negli spogliatoi con il dg Fassone. Che riferirà tutto al presidente Thohir martedì a Londra, in occasione di un convegno internazionale sul business legato allo sport. Nessun terremoto in vista. Di sicuro il numero uno nerazzurro pretenderà una scossa alla ripresa del campionato dopo la sosta, quando a San Siro arriverà il Napoli. Un altro flop non sarà ammesso.

IL MERCATO DI GENNAIO
Poi ci sono altre parole di Thohir che non sembrano dettate dopo Fiorentina-Inter.
“Valuteremo di cosa ci sarà bisogno, per il momento non posso dire su che genere di giocatori e in quale posizione andremo a operare. Forse abbiamo bisogno di un centrocampista creativo come Hernanes o Mateo Kovacic e anche di un attaccante alto per sfruttare le palle alte. Comunque, non posso dire altro perché dobbiamo valutare”.

Thohir vede comunque i lati positivi della squadra: “La difesa è ok, e anche il centrocampo è messo bene con giocatori importanti come Kovacic, Medel ed Hernanes che stanno lavorando molto bene”.

Fonte: Sport Mediaset