Thohir è pronto a scendere in campo in prima persona per Shaqiri!

Ormai non ci sono dubbi: è Xherdan Shaqiri l’obiettivo dell’Inter dopo Lukas Podolski. Sulla trattativa per lo svizzero del Bayern Monaco si sofferma anche Il Corriere della Sera, che spiega come l’affare non sia per nulla semplice per diverse ragioni. La prima è economica: l’investimento necessario è di 15 milioni, cifra non stanziabile a cuor leggero dal club di Thohir. L’offerta fatta al Bayern, più propenso a una cessione definitiva del giocatore, è di un prestito con obbligo di riscatto fissato proprio a 15 milioni. E qui si inserisce il secondo nodo da sciogliere: la concorrenza. Su Shaqiri è forte l’interesse anche di Juventus e Liverpool con dei distinguo: i bianconeri offrono 3 milioni per il prestito e 12 per il riscatto legato però al raggiungimento di obiettivi; i Reds sembrano intenzionati ad acquistare il giocatore a titolo definitivo. E proprio questo li fa avvicinare alle richieste dei bavaresi.

“La partita è tutta da giocare. E in ottica interista potrebbe giocare un ruolo determinante un intervento proprio del presidente Thohir, come per l’acquisto di Hernanes un anno fa. Sul fronte juventino, invece, la pista resta viva (ieri l’incontro degli intermediari con i dirigenti bianconeri), ma mentre l’accordo con il giocatore ci sarebbe già, la distanza con il Bayern è ancora notevole”, si legge.

FONTEfcinternews.it