Thohir da Maroni, Moratti si sbottona: “Sì allo stadio, Zanetti gioca altri 4-5 anni”

Massimo Moratti, presente all’incontro istituzionale tra Thohir e Maroni, apre alla possibilità di un nuovo stadio e ‘allunga’ la carriera dello Zanetti calciatore…

Si è accennato alla possibilità di un nuovo stadio, soprattutto Maroni ci ha esposto quello che sarà l’Expo ed è quindi naturale che si sia parlato anche delle conseguenze“. Così il presidente onorario dell’InterMassimo Moratti al termine dell’incontro con il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni e il nuovo numero 1 nerazzurro Erick Thohir.

Il faccia a faccia istituzionale è durato circa un’ora e un quarto. Thohir e Maroni hanno parlato del progetto Expo e della possibilità di costruire il nuovo stadio nella zona di Rho. L’indonesiano, che nel pomeriggio aveva fatto visita al centro sportivo di Interello per valutare il lavoro delle giovanili nerazzurre, si è detto disponibile a valutare l’ipotesi presentata dal Governatore.

E’ stato un buon incontro. Sono venuto solo per salutare il presidente Maroni“, è stato il suo stringato commento. Più ciarliero di lui Maroni: “Abbiamo parlato di molte cose, fra le quali anche la nostra volontà di realizzare un importante impianto sportivo sull’area Expo una volta finita l’Esposizione universale. Thohir si è detto interessato. Del resto, le strutture si inizieranno a costruire solo nella fase dopo-Expo nel 2016“.

Di buon umore anche Moratti, che ha definito il suo periodo post-presidenza “come una meravigliosa vacanza” ed ha elogiato l’entusiasmo del nuovo proprietario interista: “Thohir vuole tenere l’Inter al livello che le compete. Vedo da parte sua una grande attività e voglia di lavorare. Collaboro volentieri con lui sapendo quali sono i ruoli“.

Il nuovo arrivato, stando a quanto riferito da Moratti, è rimasto conquistato dalle strutture del settore giovanile: “E la cosa non può che farmi piacere, è un settore che ci ha sempre regalato gioie e su cui puntiamo forteCi evita di andare a comprare giocatori troppo cari…“. Non manca una battuta sul tormentone Zanetti come possibile dirigente del futuro: “Lasciatelo giocare, rimarrà in campo con noi per altri 4 o 5 anni“. Eterno capitano.

Fonte: goal.com