Thohir ci va giù pesante: “Sono tutti vendibili”

Ieri vertice importante di mercato fra il presidente dell’Inter, Erick Thohir e il ds Fassone. Oltre al rinnovo contrattuale di Ricky Alvarez, argomento analizzato in esclusiva da Goal, il tycoon pare aver stupito l’intero ambiente con il suo ‘sono tutti sul mercato’.

La frase, riportata oggi da ‘Tuttosport’ non riguarda quindi solo Guarin: il colombiano, dopo l’accordo di massima fra Inter e Chelsea sulla base di 15 milioni potrà parlare con i Blues. Occhio però, perchè Mourinho avrebbe nel mirino anche Matic del Benfica e Paulinho del Tottenham. Ma se Guarin non finisse a Londra, ci sarebbe sempre l’opzione Manchester United. Proprio i Red Devils sono tra l’altro fra i maggiori estimatori di Kovacic. Il ragazzo, sta faticando e nonostante la grande stima verso le suo indubbie qualità, un’offerta monstre varrebbe l’addio.

Insomma si vende ma non si svende. Questo vale anche per Ranocchia (Zenit e Chelsea su di lui), per Handanovic (ma se ne parlerà a giugno) e per i vari e epurati Pereira, Mudingayi, Kuzmamovic. In chiave acquisti, i due super nomi sono sempre quelli di Lavezzi e Nainggolan (con Dzeko per giugno). Rimanendo invece sulla linea green, si vagliano i vari Halilovic (17 anni, attaccante della Dinamo Zagabria), Xhaka (21 anni, centrocampista del Borussia M’Gladbach) e il solito Schar (22 anni, difensore del Basilea).

Thohir intanto, organizza il suo weekend che toccherà il culmine domenica per il suo primo derby. Qualche ora prima, l’indonesiano, incontrerà a pranzo l’ex presidente nerazzurro Ernesto Pellegrini, dal quale Moratti ereditò l’Inter nel 1994. Un piccolo tuffo nel passato, prima di gettarsi a testa bassa verso il futuro.

Fonte: goal.com