Thohir: “Chi ci ha detto ‘no’ se ne pentirà. Dallo United? Forse un centrocampista…”

ThohirIl presidente nerazzurro Erick Thohir si concede ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’ per una lunga intervista nella quale si sofferma, in particolar modo, sulle strategie di calciomercato per riportare in alto il club. “Nel vertice di lunedì non abbiamo parlato di mercato – esordisce il tycoon indonesiano – Ausilio mi tiene aggiornato quotidianamente e la sessione estiva è ancora lunga. Per questo motivo non possiamo fissare un obiettivo diverso dall’Europa League, per il momento”.

GAP – “Avvicinarsi a JuveRoma Napoli? Per fare una squadra forte non basta mettere insieme giocatori forti. Dipende da come sa lottare il gruppo. Basta vedere la Costa Rica o il mio DC United che l’anno scorso era ultimo e ora è al vertice. Se non avessimo preso Hernanes a gennaio forse non saremmo arrivati in Europa League“.

CESSIONI – “Abbiamo della liquidità per muoverci, ma non si può solo comprare. Serve equilibrio nel bilancio”.

TOP PLAYER – “Non vogliamo prendere qualcuno che possa creare problemi all’interno dello spogliatoio. Non serve prendere una star se poi fa ombra ad un potenziale top player come Icardi Kovacic. Può servire di più un nome meno di grido, ma esperto e funzionale al progetto”.

MEDEL – “Stiamo ancora discutendo su alcuni dettagli e non faccio annunci prima della firma. Poi è chiaro che dobbiamo tenere sotto controllo anche le alternative. Non faccio nomi in generale, ma alcuni giocatori che ci hanno detto ‘no’ se ne pentiranno. Se con Medel e Osvaldo il mercato è chiuso? E’ ovvio che dobbiamo prendere un centrocampista ed un attaccante, ma non faccio nomi”.

ATTACCO – “JoveticLamela Cerci obiettivi possibili? Non sappiamo, il mercato è aperto. La cosa fondamentale è rispettare gli altri club, per cui non parleremo con i giocatori senza aver contattato le società”.

HERNANDEZ – “Allo United sono in atto tanti cambiamenti. E’ utile vedere all’opera i loro giocatori e parlare con i dirigenti. Magari si parla di Hernandez, poi magari alla fine dai ‘Red Devils’ prendiamo un centrocampista…”

SENATORI – “L’addio? Una questione di età, visto che abbiamo già qualcuno oltre i 30 anni e qualcuno che è lì vicino. Ritenevamo che in quella posizione serviva gente giovane. Con Dodò M’Vila abbassiamo l’età media. Vogliamo un gruppo base che stia insieme per tre anni”.

Fonte: calciomercato.it