Terzino sinistro: spunta un nuovo nome

Gennaio è il mese delle priorità, perché non si può pensare di rivoltare una rosa come un calzino, con un mese di tempo. L’ Inter , poi, non ne ha nemmeno un gran bisogno. E così anche i nerazzurri hanno le proprie priorità, che rispondono all’acquisto di un ulteriore elemento offensivo da aggiungere al roster.

C’è il Pocho Lavezzi , che però interessa eccome anche al Chelsea, come svelato ieri da Alessandro Moggi. E c’è il sampdoriano Eder , che non vuole andare a giocare in Cina e potrebbe vestirsi di nerazzurro, anche se serve una contropartita tecnica da girare al club di Ferrero. Nomi noti e stranoti, ormai.

Come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’, però, il profilo ideale per Roberto Mancini è un altro: Manolo Gabbiadini, attaccante del Napoli, considerato da Sarri il vice-Higuain e per questo in campo meno di quanto meriterebbe, per qualità e capacità di incidere subito sulle partite. Vedere per credere lo splendido goal, il quinto, realizzato a Frosinone nella scorpacciata azzurra di domenica scorsa.

Per il resto, mentre si attende di capire anche cosa accadrà in difesa, tra la rescissione ormai certa di Vidic e la probabile partenza di Ranocchia (già, ma dove va?), anche in mezzo al campo qualcosa si muove: sirene cinesi per Guarin, con l’Inter che valuta un altro doriano, Roberto Soriano . Con l’idea Fernando posticipata a giugno.

Infine, capitolo terzini: con Telles fin qui poco convincente e poche alternative per la fascia mancina, il nome nuovo è quello di Mario Rui . Pista difficile, perché l’Empoli è riluttante a cedere i suoi gioielli a gennaio. A destra, invece, piace sempre l’udinese Widmer , fresco però di rinnovo. Operazioni da concludere ora o al termine della stagione: dipende da cosa Mancini intenda per ‘priorità’.