Non è affatto chiusa la questione Superlega. Come riporta Repubblica, infatti, allo studio della UEFA c’è un piano di sanzioni per i 12 club ribelli, con impatti diversi. Se per Juventus, Milan, Real Madrid e Barcellona, le quatto società che ancora resistono sull’Aventino, Ceferin vorrebbe resa incondizionata, pena la possibile esclusione per due anni dalle coppe, per le altre, Inter inclusa, si tratta per una sanzione pecuniaria. Repubblica parla in particolare della posizione del club nerazzurro:

“Sette dei 12 club ribelli avrebbero già in tasca un accordo per chiudere la partita, l’ottavo sarebbe l’Inter, che rivendica di non aver completato l’affiliazione e conta di cavarsela presto con una multa. Juve e Milan, con Barcellona e Real, resistono: Ceferin ne vuole la resa incondizionata e ufficiale. Ma un parere del tribunale di Madrid esclude la sanzionabilità dei ribelli. E il presidente della Fifa Gianni Infantino, che pensa sempre a un Mondiale per club allargato, spinge per il dialogo”.

FONTEfcinter1908.it