Ecco gli striscioni della Curva dell’Inter fuori da San Siro

Inter-Fiorentina è stata anche questo: curiosità per vedere la reazione della Curva Nord alla squalifica inflitta dal giudice sportivo, Tosel, che ne ha decretato la chiusura per un turno dopo i cori e ululati razzisti all’indirizzo di alcuni giocatori della Juventus, durante il match disputato due settimane fa.

I tifosi si sono dati appuntamento all’esterno del Meazza: cori, fumogeni, striscioni e persino tamburi, da tempo vietati all’interno degli stadi. Tante le scritte di disappunto e protesta, alcune degne di essere riportate. Come lo striscione “Io quel sabato ero al mare, che faccio?”, quasi a voler rimproverare uno ‘sparare sul mucchio’ che ha penalizzato anche diversi abbonati.

C’è chi invece rispedisce al mittente le accuse di razzismo, provando a ribaltare la scena: “Discriminazioni territoriali sull’acquisto di biglietti, prezzi stellari, leggi anticostituzionali. Siete voi i veri razzisti”, o il più piacevole “Razzisti per caso”. Insomma una vasta gamma di scelta.

Per finire, non poteva passare inosservato, il simpatico gioco di parole sull’odiato giudice sportivo. Tosel è diventato così in una sola settimana “Ditta-Tosel”, dopo anni di decisioni pilatesche. Un modo, insomma, come un altro per vivere un’altra bella vittoria dell’Inter. Per chi l’ha vista, una grande Inter.

Fonte: goal.com