Normal One: l’arte di saper vincere

L’Arte di vincere non é solamente il titolo di un film, ma anche una vera e propria peculiarità di Strama. Il Normal One sa vincere; e sa farlo con una normalità quasi scontata sebbene nelle sue rivali la normalità non sia proprio la caratteristica principale.
Abbiamo visto un’Inter vincente nei due derby contro il Milan, nella trasferta di Torino con la Juventus (ricordiamo l’espugnazione quasi epica dello Juventus Stadium) e ora anche contro il Napoli; tutti scontri diretti, tutti risultati felici.
Peccato che poi vediamo persa questa arte quando si gioca contro Siena, Atalanta e Parma e allora ci chiediamo: come é possibile che una squadra tanto potente con le grandi si faccia sbriciolare dalle piccole? Più sono “normali” e più al Normal One e alla sua
squadra non piacciono.
Mi chiedo se sia solo un problema di motivazione o ci sia dietro qualcosa di più; forse una squadra che é ben coordinata dal suo allenatore, ma manca di alternative. La partita contro il Napoli ha chiaramente mostrato come serva un difensore centrale di riserva:
Cambiasso é stato bravo ad adattarsi anche dietro, ma il centrocampo ne risente. E come non dire di quel vice-Milito tanto agognato nel mercato estivo? Ripetiamolo tutti insieme “serve un centrocampista”; magari un ipotetico Paulinho al posto di uno Sneijder che ultimamente sa far solo telenovela con la consorte. Non si riuscirà a chiudere per Paulinho? Proviamo con Pastore… Ormai il Natale é vicino e sognare i regali da trovare sotto l’albero per l’anno nuovo é lecito.
Chi ha anticipato i doni é ancora una volta lui, Stramaccioni che inventa uno schema vincente che spiazza il Napoli a San Siro: calcio d’angolo, Guarin risulta come ultimo uomo nell’area del Napoli finché non si scambia col Capitano. A quel punto Cassano tira la palla
a Guarin che fa un tiro micidiale dei suoi in porta. Ed é gol. Un gol firmato Guarin, ma possiamo dire “costruito” ad hoc dal Mister.
I regali di Natale da chiedere a Babbo Moratti sono tutti in lista, ma in tempi di crisi si sa, forse é meglio sapersi arrangiare con ciò che si possiede già e in quello Strama ci riesce benissimo.