Stramaccioni: “Nuovo ruolo per Kovacic, nascerà una grande Inter”

Soddisfatto Andrea Stramaccionidella prestazione della squadra, si presenta ai microfoni di Rai Sportpartendo dal forfait di Rocchi: “Abbiamo perso Tommaso in questi ultimi giorni, non era al meglio e quando forzava sentiva male. Con lo staff medico abbiamo scelto di non rischiarlo. A me l’Inter fino al gol del 3-1 era piaciuta molto, poi non era facile venire a giocare al San Paolo e prendere gol dopo due minuti e mezzo. Siamo venuti qua praticamente senza attaccanti e in campo alcuni dei miei comeRanocchia e Chivu erano in condizioni precarie. Posso solo fare i complimenti ai miei ragazzi e a quel signore dall’altra parte che è più vicino allo spazio che alla Terra. Ma secondo me con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto strappare un risultato positivo”.

Quali sono le colpe di Stramaccioni nell’annata negativa dei nerazzurri? “Per la mia squadra, per la mia Inter, per il mio presidente ho sempre messo la faccia – spiega il tecnico -. Non mi tiro mai indietro, preferisco io prendermi le mie responsabilità piuttosto che affibbiarle ai miei giocatori. Sicuramente ho commesso i miei errori, ma se li ho fatti ho sempre cercato di fare il bene dell’Inter. Ma non puoi scindere il giudizio da quello che è successo a noi quest’anno. Pensate a un Napoli senza CavaniPandev e Insigne, e noi con CassanoPalacio e MilitoKovacic frenato in quel ruolo? Nella nuova Inter giocherà 20 metri più avanti – afferma Stramaccioni -. Il presidente vuole costruire un’Inter importante, molti cicli iniziano con un’annata no, ma la differenza è che i nostri mali sono iniziati con gli infortuni”.

Fonte: Fcinternews.it