Statistiche Bologna-Inter: i nerazzurri non perdono dal…

’analisi dei precedenti Bologna-Inter (ore 20.45 Stadio Dall’Ara) profuma di passato, quando assegnava lo scudetto negli Anni 60 vedendo affrontarsi sul campo talenti dai piedi d’oro come Bulgarelli e Mazzola. Infatti l’unico spareggio per assegnare il tricolore fu proprio la sfida fra le due compagini che si disputarono il titolo all’Olimpico di Roma nel giugno 1964 e conclusosi con il successo per 2-0 degli emiliani. Ora invece, vede obbiettivi decisamente contrapposti. Se per i padroni di casa l’obiettivo è principalmente la salvezza, per i nerazzurri il trofeo più grande pare, almeno ora, il quarto posto, valido per l’accesso alla Champions League.

Il passato (recente) dice Inter

Sembrerebbe un match già con il risultato deciso in partenza. Nelle ultime 10 partite giocate in Emilia, i bolognesi non hanno mai vinto, raccogliendo appena due pareggi e ben 8 sconfitte. L’ultimo match poi, ebbe del clamoroso perché vide la prima ed unica segnatura di Gabriel Barbosa, meglio noto come Gabigol, che permise ai nerazzurri di sbancare il Dall’Ara sul finire dell’incontro.

Sfogliando gli almanacchi dei precedenti Bologna-Inter, le due compagini si sono affrontate in Serie A 140 volte, con 38 vittorie del Bologna, 34 pareggi e 67 vittorie nerazzurre. Lo score delle reti dice 212-162 in favore dell’Inter.

Considerando i soli incontri in casa del Bologna, i 70 precedenti vedono un sostanziale equilibrio, con 29 successi dei padroni di casa, 13 nulle e 28 vittorie esterne. Anche il bilancio delle reti è indicativo: 101-98 in favore dei milanesi.

L’ultimo successo degli emiliani arrivò il 10 febbraio 2002, per 2-1 con reti di Pecchia, Zauli e Seedorf, allora nerazzurro, all’ultimo minuto. Al termine di quella stagione l’Inter perderà lo scudetto sul filo di lana nel pomeriggio triste dell’Olimpico mentre il Bologna, con il suo settimo posto, accederà all’Intertoto.

Un precedente fa però sorridere i tifosi interisti: la vittoria più larga dei nerazzurri a Bologna arrivò nella stagione magica dello Scudetto dei Record 1988-89. Il 6-0 finale, siglato dalle reti di Matthäus (su rigore), Diaz e Serena (doppietta per entrambi) e Matteoli, sarà il preludio alla conquista del tricolore la settimana successiva.
I bolognesi invece si salveranno a fatica e solo all’ultima giornata, piazzandosi al 14° (su 18).

Il grande Ex: Rodrigo Palacio

Per l’attaccante argentino Palacio sarà la prima da ex contro la sua Inter. Lasciata Milano al termine dell’ultima stagione da svincolato, El Trencha ha sommato in cinque stagioni 140 presenze con 39 reti in Serie A, mentre lo score è ancor più sostanzioso in Europa dove ha realizzato ben 13 goals in 19 presenze complessive.

Occhio a Palacio da ex. Ai tempi in cui militava nel Genoa, l’argentino realizzò una rete in entrambe le ultime due sfide giocate a San Siro: nelle sconfitte per 5-2 (stagione 2010-11) ed in quella per 5-4 (stagione 2011-12). E l’attaccante, che è tornato al goal nel match di sabato contro la Fiorentina dopo più di un anno, potrebbe dimostrare ancora una volta che 35 anni non sono pesanti nel calcio moderno.

La colonna di ex-nerazzurri è comunque folta nelle fila dei felsinei. Oltre a Palacio, sono presenti in rosa Crisetig e Destro che hanno vestito la casacca ai tempi delle giovanili, Mbaye, Poli e Taider.