Stadio, l’Inter si sta stufando: riprende quota il piano B? Ecco l’ipotesi. ET vuole…

Il presidente dell’Inter, Erick Thohir, è volato ieri a Londra per impegni extra-calcistici, ma ha lasciato a Milano la questione stadio Meazza. Ora, la società nerazzurra vorrebbe accorciare i tempi della decisione e il fatto che il Milan non abbia ancora risolto il dilemma sulla permanenza a S.Siro potrebbe diventare un problema. A questo punto, nell’incontro andato in scena mercoledì con la presenza, tra l’altro, di Barbara Berlusconi, l’Inter ha chiesto che sia Palazzo Marino a decidere nel caso in cui il Milan si aggiudichi il bando per la riqualificazione dell’ex Fiera al Portello. I nerazzurri temono però che l’esito del concorso pubblico possa far trascorrere troppo tempo e non vogliono attendere ancora per sapere se potranno gestire in autonomia San Siro, oppure se dovranno proseguire la coabitazione in caso di mancata effettiva realizzazione del nuovo impianto rossonero.

Ecco che, secondo Tuttosport, l’Inter potrebbe riprendere in mano il dossier San Donato, l’area nella zona Sud di Milano individuata per la costruzione del nuovo stadio di proprietà negli ultimi anni della gestione Moratti. A quel punto il Comune, se nel frattempo anche il Milan passasse all’azione, correrebbe il rischio di vedere entrambe le milanesi lontane da San Siro. Al momento

FONTEfcinter1908.it